Montecchio Maggiore, "Circusbandando": l’educazione stradale si impara a teatro

Un progetto per le scuole primarie che in maniera estremamente efficace e scanzonato ma allo stesso tempo istruttiva, affronta l'educazione stradale a suon di filastrocche, canzoni e clowneria. Le prime due rappresentazioni sono in programma martedì

Fare educazione stradale attraverso il teatro e il divertimento. È ciò che sta alla base di “Circusbandando”, un  progetto per le scuole primarie che per volontà dell’amministrazione comunale e della polizia locale dei Castelli approda a Montecchio Maggiore.

Il progetto nasce da un’idea di Paco Paquito e Celestina, che stanno portando in numerose scuole italiane lo spettacolo teatrale denominato “Quanta fretta! Ma dove corri?”. In modo estremamente efficace e scanzonato ma allo stesso tempo alquanto istruttivo, affronta l’educazione stradale a suon di filastrocche, canzoni e clowneria.

In un tourbillon di situazioni esilaranti e molto comunicative, si parla di automobili, moto, biciclette, caschi, cinture, segnali stradali, semafori, ruote, proibizioni, il tutto con lo scopo di stimolare i bambini (e di conseguenza i loro genitori) a conoscere e rispettare le norme del codice della strada e a comprendere come l’educazione stradale sia sinonimo di civiltà e di sana convivenza. Il concetto di fondo che viene trasmesso è quello di considerare la strada come la casa di tutti, un luogo quindi che va curato in maniera particolare proprio perché appartiene a tutti. E i bambini vengono coinvolti direttamente, diventando a loro volta i protagonisti del messaggio educativo portato dallo spettacolo.

“La scuola è il luogo ideale per imparare fin da piccoli anche l’educazione stradale – commenta il sindaco Milena Cecchetto – e per formare anche in questo campo i cittadini di domani”.

“Abbiamo accolto con entusiasmo la proposta di portare questo spettacolo nelle scuole di Montecchio – afferma l’assessore alla scuola Maria Paola Stocchero – perché siamo convinti dell’importanza educativa e formativa che reca con sé e perché attraverso il gioco e il divertimento i concetti della sicurezza stradale vengono sicuramente appresi in modo più coinvolgente”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le prime due rappresentazioni sono in programma martedì dalle 9 alle 10.30 e dalle 11 alle 12.30 nella palestra della scuola primaria Don Milani (via Circonvallazione 182). Nei giorni successivi seguiranno le rappresentazioni nelle palestre delle scuole Zanella, San Francesco e Manzoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal 1 giugno l'obbligo di mascherina all'aperto non c'è più

  • Riapertura di asilo, materne, centri estivi e le novità per la scuola a settembre

  • Eclissi: in arrivo lo spettacolo della 'Luna delle Fragole'

  • Runner sale sulla cresta, scivola e fa un volo di un centinaio di metri: muore 37enne

  • Coronavirus, stop mascherine all'aperto: nuova ordinanza di Zaia

  • Bonus casa 110%: tutte le informazioni per ristrutturare a costo zero

Torna su
VicenzaToday è in caricamento