Uccise la ex: confermata la condanna a 30 anni

La corte di appello non ha modificato la sentenza di primo grado per Davide Tomasi, che, il 4 aprile 2016, uccise Monica De Rossi e poi tentò il suicidio

Davide Tomasi era perfettamente in grado di intendere e di volere quando, in una villetta vuota a Pojana Maggiore, accoltellò a morte la compagna Monica De Rossi e poi tentò di uccidersi con un sonnifero e dell'insulina. Il delitto era stato premeditato da tempo. 

E' questo il convincimento della Corte di Appello di Venezia che, giovedì, ha respinto l'istanza dell'avvocato dell'imputato e confermato l'impianto accusatorio del pm vicentino nonchè il pronunciamento del giudice in primo grado. Grazie al rito abbreviato, Tomasi è stato condannato, nell'ottobre scorso, a 30 di reclusione, anzichè all'ergastolo. Ora non gli resta che la Corte di cassazione. 

L'OMICIDIO

Potrebbe interessarti

  • Il dolce sollievo dell'estate: scopri le 4 top gelaterie di Vicenza

  • Drunken Duck, post shock: "Accuse pesanti"

  • Drunken Duck: ecco l'accusa

  • I colori più alla moda dell'estate del 2019

I più letti della settimana

  • Schianto auto-moto: centauro gravissimo

  • Il dolce sollievo dell'estate: scopri le 4 top gelaterie di Vicenza

  • Rapina finita nel sangue: l'accusa è di omicidio volontario

  • Batte la testa contro il palo della porta: gravissimo, in Rianimazione

  • Incidente tra Tir in A4, un ferito incastrato nel camion: chilometri di coda

  • «Zonin sapeva tutto: io, rovinato negli affari e negli affetti»

Torna su
VicenzaToday è in caricamento