Medjugorje e la Madonna che si illumina: la verità dei pellegrini

Diversi gruppi di fedeli partiti alla volta del paesino della Bosnia-Erzegovina hanno voluto raccontare le loro impressioni sul presunto miracolo: tra le parole spunta anche una foto scattata da uno degli abitanti del posto alla statua

Sono partiti alla volta di Medjugorje con viaggi organizzati da tempo oppure unendosi a pellegrinaggi di altri paesi del Veneto e del Friuli pur di riuscire ad andare dalla "Gospa": sono alcuni fedeli vicentini che hanno raccontato il loro viaggio nella cittadina della Bosnia-Erzegovina proprio ad una settimana dal presunto miracolo della Madonna che si illumina.

PRESTO LO STUDIO. Una cosa emerge subito dalle loro parole: che il fenomeno è riuscito tanto nell'intento di convertire alcuni scettici, quanto nell’intento di riunire in preghiera una moltitudine di gente di tutte le fedi e soprattutto, come 32 anni fa all’inizio delle apparizione mariane, la gente di Bijakovici, frazione ai piedi del Podbrdo, dove c’è la casa paterna della veggente Vicka con la statua fluorescente. Una comunità per ora orfana della sua statua portata via da alcuni giorni dalla casa della veggente e custodita, pare, nella canonica della chiesa di San Giacomo in attesa di essere analizzata da una Commissione di Roma.

COME SI ILLUMINA. Ci dicono che chi ha potuto vederla, come alcuni volontari delle comunità di Medjugorje, ha affermato che la statua non è come appare nelle foto online: "Raccontano che la luminescenza sembrava infatti “avvolgerla” e non scaturire dall’oggetto in sé. E aumentava e diminuiva, forse a seconda delle preghiere recitate". Qualcuno resta scettico, parla anche di lucine o di un'effetto reso possibile grazie al materiale della statua che, esposto ad una fonte di luce, si illuminerebbe. Altri rispondono che in quest'ultimo caso la luminescenza sarebbe dovuta essere visibile già da anni, da quando cioè la statua fu regalata alla famiglia di Vicka da alcuni italiani.

LA FOTO. Infine, circola da alcune ore su internet una foto che, secondo nostre fonti, sarebbe stata scattata proprio da un abitante del posto e che noi proponiamo a corredo dell'articolo. Tra chi è pro e chi è contro e in attesa, comunque, di sapere i risultati delle analisi, quasi tutti sono d’accordo nell’affermare una cosa: che dall’inizio del fenomeno la preghiera dei fedeli si è rafforzata a Medjugorje e sembra quella di 32 anni fa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo passati a rischio elevato, lunedì inaspriremo le regole»

  • Condizionatori e Coronavirus: consigli su come igienizzarli

  • Coronavirus, nuovo focolaio nel Vicentino: 4 i casi accertati, massiccio piano di isolamento

  • Nuovi focolai in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Le vacanze si trasformano in tragedia, mamma 44enne muore mentre fa snorkeling

  • Tragedia sulla Sisilla, volo di 80 metri: muore un escursionista

Torna su
VicenzaToday è in caricamento