Maxi truffa dell'acido citrico: arrestati un vicentino ed un padovano

Nei guai sono finiti G.C, 61 anni, di Montegalda, e A.S., 42 anni di Piove di Sacco. I due, fingendosi industriali, avevano ordinato la sostanza ed, in parte, l'avevano già rivenduta

Si erano finti responsabili di impresa per intascarsi 45mila euro, e avrebbero proseguito, se non fossero intervenuti i carabinieri. 

I responsabili della truffa sono un 61enne di Montegalda ed un 42enne di Piove di Sacco. Secondo l'indagine dei carbinieri, a luglio, simulando la qualita’ di responsabili di un’azienda metallurgica con sede in Milano, usando artifizi e raggiri, anche con falsi indirizzi di posta elettronica, avevano ingannato i responsabili di un’azienda di commercializzazione di materie chimiche  di Vicenza, effettuando ordini per complessive 100 tonnellate di acido citrico per usi cosmetici, dei quali avevano gia’ ritirato e posto in vendita una prima parte per circa 25 tonnellate, per un valore di circa 45.000 euro.

Il 26 agosto venivano sorpresi dai militari, nell’intento di ritirare ulteriori 25 tonnellate della medesima sostanza, che avevano gia’ caricato su autoarticolato diretto presso deposito ubicato in Curtarolo. La successiva perquisizione, operata presso il deposito, consentiva di rinvenire e sottoporre a sequestro ingente quantita’ di ulteriori merci, quali condizionatori d’aria, caldaie a gas temosanitarie, consistente quantitativo di olio per autotrazione, pannelli in alluminio, barre metalliche, pneumatici di varie marche e misure nonche’ documentazione utile al successivo sviluppo probatorio, per un valore complessivo pari a circa 150.000 euro.

Nella circostanza gli arrestati venivano trovati in possesso della somma in contanti di euro 15.000,00 (quindicimila/00) circa, ritenuta provento dell’attivita’ delittuosa e sottoposta a sequestro. La merce veniva recuperata e restituita agli aventi diritto. Gli arrestati sono stati accompagnati presso il proprio domicilio, secondo le nuove norme del cosiddetto Decreto “Svuota carceri), dove permarranno in stato di arresto.

Potrebbe interessarti

  • Spiedo, grigliata: che bontà. Scopri le migliori del vicentino

  • Forno a microonde: i vantaggi e rischi per la salute

  • I sintomi, la diagnosi, la terapia per riconoscere e affrontare l’intolleranza al lattosio

  • Il parco è in condizioni pietose: «chiuso per degrado»

I più letti della settimana

  • Superenalotto, jackpot sfiorato: tripletta di cinque

  • Truffa della "compagnia telefonica": entrano nel telefonino e le svuotano il conto corrente

  • Zecca, Medusa, Zanzara, Cimice, Vespa, Calabrone, Vipera: cosa fare in caso di puntura

  • Dove sono gli autovelox? Te lo dice l'app del cellulare

  • Intervento miracoloso al San Bortolo: bimba di un anno salvata in extemis 

  • Devastante rogo in un'azienda agricola: danni ingenti

Torna su
VicenzaToday è in caricamento