Maxi furto a Bottega Veneta: ritrovata subito la refurtiva

In meno di 24 ore, la polizia è riuscita a risalire ai ladri che hanno commesso il maxi furto, nella notte tra giovedì e venerdì, nel quartiere direzionale di Bottega Veneta, a Villa Schroeder-Da Porto

Immagine d'archivio

Un colpo risolto in poche ore. La polizia, a seguito di immediate indagini, durate meno di ventiquattro ore, sono riusciti a recuperare parte della refurtiva consistita in circa 200 borse della nuova collezione Bottega Veneta, e gli ultimi progetti dei modelli di lusso, che erano custoditi negli hard disk di alcuni computer. A riportarlo è il 'Giornale di Vicenza'

Secondo quanto è stato possibile ricostruire, il maxi furto è avvenuto nella notte tra giovedì e venerdì, nel quartiere direzionale di Bottega Veneta, a Villa Schroeder-Da Porto. Eludendo i sistemi d’allarme, i ladri sono entrati nell’edificio da una finestra di un ufficio ed hanno rubato i prototipi della nuova collezione e gli ultimi progetti dei modelli di lusso, salvati su alcuni computer dell’azienda.

Oltre ad arrestare i malviventi nel modenese e a riconsegnare la refurtiva, la polizia ora dovrà capire come hanno fatto i ladri ad eludere i sistemi d'allarme senza problemi. Per questo motivo, non è ancora stata esclusa  una collaborazione tra i malviventi ed uno o più basisti. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rubano un'auto e si schiantano, un 14enne alla guida: denunciati due minorenni

  • Violento scontro auto-camion sulla Sp 26: muore una 52enne vicentina

  • Investita sulle strisce: 21enne in Rianimazione

  • Schianto in A4, grave un anziana: miracolati due bimbi di pochi mesi

  • Cade dalla finestra: gravissima una donna

  • Operaio trova l'amante nudo a letto, la moglie lo morde: denunciata per violenza domestica

Torna su
VicenzaToday è in caricamento