Marocchino aggredito e rapinato da baby gang di italiani

L'episodio è avvenuto nella tarda serata di ieri a Lonigo. L'uomo, 37 anni, era in bicicletta quando è stato circondato da una decina di giovani

I Carabinieri della Stazione di Lonigo, nella tarda serata del 1 maggio, a seguito di piu’ segnalazioni pervenute al 112, intervenivano in via Macello nei pressi del supermercato Lidl in quanto, inizialmente, era stata segnalata una rissa.

La pattuglia, giunta sul posto, constatava la presenza di un 37enne di nazionalità marocchina, residente a Cordenons in provincia di Pordenone ma attualmente domiciliato a Lonigo, il quale visibilmente dolorante riferiva che, poco prima, mentre si trovava a bordo del suo velocipede veniva accerchiato da una comitiva di circa dieci giovani, verosimilmente di nazionalità italiana, che dopo averlo ripetutamente strattonato e minacciato gli intimavano di consegnare il telefono cellulare. Al suo rifiuto i malfattori lo aggredivano colpendolo con pugni e calci, impossessandosi del velocipedi per poi dileguarsi.

La parte lesa, successivamente, veniva accompagnata presso il Pronto Soccorso del locale Ospedale Civile, dove gli venivano diagnosticati un trauma cranico non commotivo e un trauma alla regione cervicale, giudicati guaribili in cinque giorni. Le indagini dei militari sono in corso per accertare la dinamica dei fatti e risalire all’identità degli autori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attenzione anche a Vicenza: come si riconosce il virus cinese

  • Il cane defeca per strada, anziano raccoglie la cacca e la spalma in faccia a un ragazzino

  • Coronavirus, caso sospetto nel Vicentino: potrebbe essere il "paziente zero"

  • Coronavirus: sei tamponi nel Vicentino, San Bortolo sommerso dalle telefonate

  • Coronavirus, massima allerta in Veneto: «Pronti a misure drastiche»

  • COVID-19, tutti negativi i tamponi nel Vicentino: 32 i contagiati in Veneto. Sesto morto in Italia

Torna su
VicenzaToday è in caricamento