Longare, muore dopo intervento al ginocchio: aperta un'inchiesta

Tragica scomparsa di Antonio Cabrellon, operaio 44enne che aveva fondato il "Girocar de Lumignano". È morto all'improvviso mentre faceva riabilitazione a casa. Il pm ha disposto l'autopsia

Foto facebook da "Girocar de Lumignan"

Se n'è andato improvvisamente con un embolia fulminante Antonio Cabrellon, operaio 44enne specializzato delle acciaierie Valbruna che una ventina di giorni fa aveva subito un intervento al ginocchio all'ospedale di Negrar. Se n'è andato mentre faceva esercizi di riabilitazione a casa e proprio quell'operazione potrebbe essere in qualche modo collegata alla causa della morte.

Per questo il pubblico ministero Blattner ha aperto un fascicolo e disposto un'autopsia. L'inchiesta potrebbe portare all'iscrizione nel registro degli indagati di qualche medico della struttura con l'ipotesi di reato di omicidio colposo. 

Cabrellon viveva a Longare con la moglie e due bambine ed era un grande appassionato di sport: dal calcetto di Lumignano al "Girocar de Lumignan", gara di carrettini che si svolge ogni domenica di giugno, della quale era il fondatore. Gli amici del giro lo hanno ricordato con un post su Facebook "Ciao Antonio".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittorio Brumotti aggredito in Campo Marzo: preso a sassate durante le riprese

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Divorziano dopo sessant'anni di matrimonio perchè lui vuole farsi prete

  • Ritrovata la bambina di 11 anni scomparsa sulle colline

  • Tragedia sulla Sisilla: trovato il corpo senza vita di una donna

Torna su
VicenzaToday è in caricamento