Lanciano colombe per celebrare Palme e Pasqua: denunciati

Il tradizionale rito può essere effettuato con il supporto di allevatori professionisti, i cui uccelli poi sanno come fare rientro. In questi casi il lancio è stato "fai da te", anche con poveri eseplari acquistati on line e poi abbandonati a sé stessi

Una delle colombe smarrite

Il Nucleo Guardie Zoofile ENPA di Vicenza ha ricevuto negli ultimi giorni varie segnalazioni circostanziate sul lancio di colombe bianche durante riti religiosi a Schio, Malo e altri comuni della zona. Le Guardie Zoofile venute a conoscenza dei fatti hanno dovuto predisporre delle denunce in carico alle persone che a vario titolo hanno effettuato il lancio di questi animali.

Ma andiamo con ordine. Posto che per tradizione antichissima, le colombe bianche vengono acquistate per essere liberate durante riti religiosi, compleanni ecc. la correttezza prevede che questi animali provengano da allevatori professionisti, che si occupano ad addestrare questi uccelli a far ritorno alla colombaia a fine spettacolo.

Questo dalle testimonianze non è successo. Il fai da te, anche in questi casi costa meno, per cui si acquistano le colombe anche online, vengono lanciate in aria senza tenere conto che questi animali nati e cresciuti in cattività non possono essere liberati in ambiente in quanto, in primis subiscono un grave trauma e successivamente non avendo nessuna conoscenza dell’ambiente circostante andranno incontro quasi certamente a morte per inedia, predazione o altro.

Non secondario il fatto che nell’ordinamento Italiano esiste il “divieto di abbandono di animali”, i cittadini che non rispettano questo divieto se denuciati, vengono puniti con un articolo del codice penale il 727CPP, nei Comuni di Schio e Malo tra la domenica delle Palme e quella di Pasqua, in due distinte cerimonie religiose è emerso che poco meno di una decina di questi animali sono stati abbandonati; di conseguenza nei prossimi giorni verranno depositate alla Procura della Repubblica di Vicenza denunce in carico ai cittadini che si sono resi responsabili di questi fatti.

Le segnalazioni arrivate presso la sede ENPA di Thiene/Schio e via social e la mobilitazione di molti cittadini hanno permesso all’associazione di recuperare alcuni di questi animali che vagavano dispersi, l’ultima colomba recuperata un po’ “spennacchiata” probabilmente sfuggita da un tentativo di predazione, è stata rintracciata il 22 aprile da una Guardia Zoofila nella piazzetta di fronte al Duomo nel centro di Schio. L’animale oramai allo stremo era incapace di alzarsi in volo e si è lasciato catturare, altre due sono state recuperate poco lontano ed ora almeno queste sono al sicuro in idonee strutture .

Renzo Rizzi Capo Nucleo delle Guardie ha dichiarato:

“Nulla contro le tradizioni se queste rispettano le leggi e i regolamenti che tutelano gli animali, in questi casi non è stato così, da ora in avanti vigiliremo perchè fatti analoghi non si verifichino”. “Un grazie alla prontezza di intervento dei volontari della sezione ENPA di Thiene/Schio che ha messo in salvo alcune colombe oramai allo stremo, e ancora un ringraziamento ai cittadini che sempre più spesso segnalano soprusi nei confronti di animali”

Potrebbe interessarti

  • Scutigera: quante ne avete in casa? Sono da non uccidere!

  • Cerchi di rimanere incinta? Il primo passo è l'alimentazione

  • La sabbia è difficile da eliminare: ecco tutti i trucchi per liberarsene

  • Sembra banale ma lavarsi le mani è fondamentale: ecco come farlo

I più letti della settimana

  • Scutigera: quante ne avete in casa? Sono da non uccidere!

  • Aereo si schianta sugli alberi:due feriti gravi

  • Schianto auto-moto: muore 43enne, grave la fidanzata

  • Giovane tenta il suicidio dandosi fuoco nell'auto: il gesto estremo di una 26enne

  • Furia violenta alla vista della ex: auto contro l'entrata del pub

  • Cade da un albero e batte la testa: 44enne in rianimazione

Torna su
VicenzaToday è in caricamento