Inquinamento, il Comune: «Anziani e bambini stiano in casa»

La raccomandazione dell'assessore: "Anziani, bambini e persone affette da particolari patologie, dovrebbero limitare al minimo indispensabile le uscite all'aria aperta. Se possibile adottare comportamenti che riducano l'immissione in atmosfera di inquinanti: utilizzare meno l'auto a favore dei mezzi pubblici, tenere basso il riscaldamento in particolare quando non si è in casa"

La pessima qualità dell'aria in tutto il territorio regionale manifesta la necessità di adottare comportamenti a tutela della salute pubblica e per limitare il più possibile l'immissione in atmosfera di inquinanti.

E' quanto sostiene la Regione Veneto in una circolare indirizzata alle Province venete, ai Comuni capoluogo e alle aziende Ulss per sottolineare l'elevata concentrazione di pm10 che potrebbe ridursi grazie al ricambio d'aria con venti da est previsto, ma che permane critica.

"Purtroppo ci troviamo in una condizione atmosferica deleteria per la salute, pertanto è opportuno esserne consapevoli per poter adottare le dovute tutele - spiega l'assessore al territorio Lucio Zoppello -. Ricordo quindi che, in particolare anziani, bambini e persone affette da particolari patologie, dovrebbero limitare al minimo indispensabile le uscite all'aria aperta. Se possibile adottare comportamenti che riducano l'immissione in atmosfera di inquinanti: utilizzare meno l'auto a favore dei mezzi pubblici, tenere basso il riscaldamento in particolare quando non si è in casa".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

  • Atletica in lutto: Alen non ce l'ha fatta, giovane promessa muore a 18 anni

  • Violento schianto auto-moto in provincia: centauro in gravi condizioni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento