La casa brucia "dall'interno": spaccato il muro per trovare l'incendio

Non si capiva la presenza di quel fumo all'interno della stanza di una villetta. I pompieri, dopo le verifiche hanno risolto il mistero e spento la combustione

Alle ore 12:40 di venerdì i vigili del fuoco sono intervenuti in via Calvisano a Rosà per la presenza di fumo all’interno di una stanza di una viletta di cui non si capiva l’esatta origine.

I pompieri arrivati da Bassano, dopo le verifiche delle canne fumarie, hanno individuato l’anomalia nello scarico dei fumi del caminetto, utilizzato per l’ultima volta un giorno prima. Per capire il punto esatto dell’anomalia  è stato necessario rompere una parte della parete della casa, appurando  che l’origine del fumo è stato causato dalla combustione dell’isolamento in sughero tra le due abitazioni,  innescato dalla canna fumaria.

I vigili del fuoco hanno provveduto a bagnare ed eliminare tutte le braci presenti, mettendo in sicurezza l’abitazione. Le operazioni sono  terminate dopo circa tre ore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, caso sospetto nel Vicentino: potrebbe essere il "paziente zero"

  • Coronavirus: sei tamponi nel Vicentino, San Bortolo sommerso dalle telefonate

  • Coronavirus, tre casi lievi in provincia

  • COVID-19, tutti negativi i tamponi nel Vicentino: 32 i contagiati in Veneto. Sesto morto in Italia

  • Coronavirus, monta la paura: Regione attiva cordone sanitario, altri 7 tamponi positivi

  • Coronavirus, tre contagi nel Vicentino: infettati in isolamento fiduciario

Torna su
VicenzaToday è in caricamento