VIDEO|Inferno di fuoco all'alba: colonna di fumo visibile per chilometri

Uno spaventoso incendio sta interessando la sede dell'azienda ai confini con la provincia di Vicenza. In azione i vigili del fuoco, ancora da chiarire cause e origine del rogo

Rotogal, azienda di pellicole e di nastri adesivi, coinvolta in un spaventoso rogo. La ditta, ai confini col Vicentino, è interessata fin dalle prime ore del mattino da un pauroso incendio. La colonna di fumo è visibile a molti chilometri di distanza. Sul posto molte squadre dei pompieri di Vicenza e di Padova. 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Una scena drammatica, come descrive padovaoggi si presenta agli occhi di chi si trova a transitare nella zona di San Pietro in Gu. Un'imponente colonna di fumo nero dalle 7.30 si innalza infatti dalla grande area che ospita la Rotogal Snc. Il colosso leader nella produzione di nastri adesivi è stato avvolto dalle fiamme alle prime ore di mercoledì. I pompieri sono intervenuti in forze per tentare la non facile impresa di arginare il rogo, che fa temere il disastro ambientale dal momento che la ditta lavora anche con materie plastiche e colle. Il fumo che si innalza da via Cavour è visibile da diversi chilometri di distanza. I soccorritori sono al lavoro e al momento non si hanno ulteriori notizie circa eventuali feriti. 

AGGIORNAMENTO ORE 10

Si teme il disastro ambientale per l'incendio alla Rotogal, colosso leader nella produzione di nastri adesivi, dal momento che la ditta lavora anche con materie plastiche e colle. Sul posto interverranno anche i tecnici di Arpav, come chiarito dal sindaco di San Pietro In Gu Paolo Polati che, come scrive Padovaoggi, ha diramato un avviso urgente con l'avvertenza di "rimanere chiusi in casa tenendo chiuse porte e finestre fino a nuove indicazioni". Per il momento ancora nessuna indicazione da parte dei Comuni Vicentini confinanti, Bressanvido, Pozzoleone, Bolzano Vicentino e Quinto Vicentino.

AGGIORNAMENTO ORE 11: NEL VICENTINO NESSUN ALLARME

«Incendio quasi domato e in via di stabilizzazione a San Pietro In Gu». A comunicarlo Renzo Segato, sindaco di Quinto Vicentino, comune confinante con la zona interessata dall'incendio. «Ho sentito i tecnici che stanno operando sul posto e l'allarme sembra rientrato, inoltre il vento sta soffiando verso sud est e quindi - sentendo anche il sindaco di Bolzano Vicentino -  abbiamo realizzato che per quanto riguarda i nostri comuni non sono necessarie alcune misure precauzionali. In ogni caso siamo in contatto con l'Arpav per avere il monitoraggio dei campioni dell'aria che stanno eseguendo»

AGGIORNAMENTO ORE 15: L'INTERVENTO DI ARPAV

"La situazione meteo durante l'evento si presentava variabile con venti dai settori nord occidentali. Durante la fase acuta presso lo stabilimento sono state effettuate attività di monitoraggio dell'aria ambiente con misura speditive con fiale colorimetriche e strumenti portatili i cui valori non hanno rilevato significativa presenza di composti volatili a base di cloro. Nella zona delle ricadute sono effettuati campionamento di aria con canister i cui risultati analitici verranno comunicati non appena disponibili alle autorità".

"E' stato inoltre eseguito un campionamento con pompa ad alto flusso di microinquinanti organici per il controllo di eventuali diossine, furani, policlorobifenili e idrocarburi policiclici aromatici. In collaborazione con il personale del Consorzio di Bonifica di Cittadella sono in corso le verifiche sulla veicolazione delle acque di spegnimento nei canali limitrofi e sono stati effettuati dei campionamenti di acque a valle della zona di spegnimento e sul corso d'acqua Ceresone per verificare la qualità delle stesse".

"Attualmente è in corso un ulteriore prelievo di aria presso le scuole di San Pietro in Gù per la ricerca di microinquinanti organici. I tempi tecnici per i risultati sono,indicativamente: canister entro domani, microinquinanti organici 48-72 ore. I campionamenti sulle acque proseguiranno anche domani".

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcola il costo del bollo auto 2020: importi e cosa si rischia a non pagarlo

  • Il piccolo Davide non ce l'ha fatta: è morto 5 giorni dopo l'incidente

  • L'abete di papa Francesco, «risparmiato da Vaia, stroncato dalla mano dell'uomo»

  • Le Sardine invadono piazza Matteotti

  • Frontale tra auto: grave un bimbo di soli due anni, feriti anche i genitori

  • Mancano un milione di laureati: ecco le professioni più richieste

Torna su
VicenzaToday è in caricamento