"Inarrestabili": coppia di romeni con sfilza di denunce sempre in libertà

Sono il simbolo vivente dell'impotenza delle forze dell'ordine: nonostante la sfilza di denunce e di arresti, l'ultimo in flagranza, la coppia di romeni M.B., prostituta 26enne, e N.M.T, 30 anni, sono sempre liberi (di delinquere)

Via Dian, dove la coppia risiede

Non c'è denuncia che tenga, nemmeno l'arresto in flagranza: M.B., prostutita 26enne, e N.M.T, 30 anni, entrambi romeni, sono sempre in libertà, libertà di proseguire nelle loro molteplici attività criminali. 

La coppia era stata arrestata dai carabinieri giovedì notte, dopo l'ennesima estorsione ai danni di una giovane vittima, adescato dalla donna in viale della Pace, ma dopo poche ore erano entrambi fuori dalla prigione e si sono subito dati da fare. Il 30enne, nell'arco di due giorni, è stato fermato dalla polizia 5 volte, venendo anche denunciato per lesioni nei confronti di un vigilantes, oltre che segnalato per inottemperanza del foglio di via dal territorio cittadino. Un'ordine che, evidentemente, non ha nessuna intenzione di rispettare. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Valanga hotel Rigopiano, altri 20 soccorritori pronti a partire dal Veneto

    • Cronaca

      Castelgomberto, Matteo Bruttomesso trovato dalla madre morto da tre giorni

    • Incidenti stradali

      Montecchio: pedone investito sulle strisce, è grave

    • Cronaca

      Vicenza, valigetta sospetta al park della Fiera: scatta l'allarme

    I più letti della settimana

    • Vicenza, partecipa allo Zecchino d'oro: 22 anni dopo il video diventa virale

    • Orge in canonica e bella vita: il prete "avvocato" cenava a Trissino

    • Montecchio: pedone investito sulle strisce, è grave

    • San Pietro Mussolino, ciclista 21enne investito da un'auto: è grave

    • Sandrigo, dramma della solitudine: Giovanni Cappellari trovato morto dopo 4 giorni

    • Dimagrire grazie al pepe: la scoperta di un vicentino

    Torna su
    VicenzaToday è in caricamento