Alte di Montecchio: solo stranieri in una classe della materna

Lo rende noto il sindaco Milena Cecchetto: alla scuola primaria Zanella la media di alunni stranieri iscritti al primo anno è del 62,8%, con una punta che supera il 70%

Uno scorcio della scuola Zanella di Alte, Montecchio

Impossibile rispettare il tetto massimo del 30% di alunni stranieri per classe. Lo rente noto il sindaco di Montecchio Maggiore, sciorinando i dati delle iscrizioni nelle scuole della frazione di Alte, dove la precentuale dei residenti stranieri è altissima. La situazione più critica è alla scuola materna Piaget, dove una classe ha solo alunni stranieri.

Alla scuola primaria Zanella,  la media di alunni stranieri iscritti al primo anno è del 62,8%, con una punta che supera il 70%, mentre alle materne una classe ha raggiunto il 100%. Nel dettaglio, si va dal 52,63% della 1 B e il 61,11% della 1 C, entrambe a tempo pieno 40 ore, al 70,83% della 1 A e il 66,66% della 1 D, sezioni a tempo ridotto 27 ore tradizionalmente preferite dagli stranieri.

Alle scuole di infanzia le percentuali di bambini stranieri aumentano ancor più, arrivando al 95,65% della 1° A alla scuola Andersen e addirittura al 100% della 1°B della Piaget.

"Ciò che maggiormente ci preoccupa - spiega Cecchetto - è che rischiamo di non riuscire a far partire il lento e difficoltoso processo di integrazione delle comunità straniere fondato sulla crescita culturale e sociale delle giovani generazioni attraverso la scuola".

In una lettera inviata all'assessore regionale all' istruzione Elena Donazzan e alla dirigenza degli Uffici Scolastici, Cecchetto spiega che "l'amministrazione comunale ha destinato cospicue risorse economiche per finanziare percorsi di alfabetizzazione e integrazione dei bambini stranieri, con contributi nell'ordine di 40mila euro l'anno". Ma "é necessario fare di più per garantire la piena efficacia dell'azione pedagogica ed educativa della scuola".

Tre le azioni individuate: l'istituzione di una ulteriore sezione, la garanzia di continuità didattica con insegnanti di ruolo, la nomina di una dirigenza centralizzata per risparmiare. Obiettivo: "offrire ai bambini di Montecchio Maggiore una scuola di qualità, secondo una tradizione veneta che si vuole mantenere viva".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittorio Brumotti aggredito in Campo Marzo: preso a sassate durante le riprese

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Divorziano dopo sessant'anni di matrimonio perchè lui vuole farsi prete

  • Ritrovata la bambina di 11 anni scomparsa sulle colline

Torna su
VicenzaToday è in caricamento