Trovato in auto con la coca: «Sono in fuga da un complotto massonico»

Nei guai un 35enne che sostava in un parcheggio con il motore accesso. Alle domande degli agenti di pattuglia che l'hanno controllato ha risposto con frasi deliranti

Foto di archivio

«C'è un complotto massonico, in prefettura, io lo so, cambierà il mondo». È la teoria delirante che un 35enne residente a Trento ha raccontato ai poliziotti che, verso le 2 della notte tra martedì e mercoledì, l'hanno trovato in via Gorizia dentro un'auto con il motore acceso. Gli agenti, vedendolo agitato e tremante, hanno ispezionato l'auto trovando sul sedile un bancomat e delle palline di carta stagnola e cellophane contenenti della sostanza bianca, poi risultata essere mezzo gramma di cocaina. 

Il giovane è quindi stato portato in questura dove ha rifiutato la visita medica e ha preteso di chiamare l'avvocato. Il legale ha però risposto al telefono solo verso le 3:40 della notte e per il 35enne "complottista" è scattata la denuncia e il ritiro della patente, decurtata di 10 punti, previsti per legge quando sussiste il rifiuto di sottoporsi agli esami per controllare l'assunzione di droga o alcol. Salva invece l'auto, ma solo perché era in leasing. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camilla non ce l'ha fatta, dopo dieci giorni di agonia la 19enne è morta

  • Spiedo, grigliata che bontà: scopri dove mangiare le migliori del vicentino

  • Malore fatale sul posto di lavoro: giovane papà di due bambini perde la vita

  • Tragedia lungo la A1, camionista muore schiacciato dal suo bisonte

  • Operaio schiacciato dal muletto: è grave

  • Le Sardine invadono piazza Matteotti

Torna su
VicenzaToday è in caricamento