Ennesimo stupro targato Usa, Morellato: "Chi torna dalle missioni non è più lo stesso"

Intervista a Michela Morellato, che conosce la realtà dei militari americani molto da vicino in virtù delle sue relazioni sentimentali, un matrimonio e due fidanzamenti

Michela Morellato con il suo ultimo amore americano, tornato anche lui provato dalla missione

"Premetto che non penso che sia utile generalizzare su tutti i soldati se c'e' qualche schifoso in mezzo a loro! Purtroppo la maggior parte proviene da ceti sociali molto bassi e con scarsa educazione, vengono da famiglie disagiate e si iscrivono all'Army per sfuggire da un'America che non e' quella del sogno americano!". Così Michela Morellato, volto noto della vita sociale vicentina, commenta il drammatico episodio della prostituta romena incinta massacrata di botte e stuprata da due parà Usa. Lei conosce bene la realtà della caserma, avendo sposato un civile americano che lavora con l'esercito ed avuto altre due relazioni con militari, delle quali l'ultima finita in tribunale

ORRORE A VICENZA: INCINTA, PICCHIATA E STUPRATA

"Ci sono 5 categorie - argomenta - L'officer che crede nei principi di lealtà' e dovere per la propria patria e che vuol far carriera. Poi ci sono i giovani ex drogati che vogliono cambiare vita. Segue il padre o la madre di famiglia che decidono per la sicurezza finanziaria di far parte delle Army. Non mancano gli alcolizzati che sono già' alcolizzati prima di iscriversi. Infine i ragazzi che vogliono studiare in scuole pagate completamente dalle Army ! Insomma dopo 6 anni di esperienza come parte della comunitity United states Army ho capito che ci sono queste 5 categorie prevalenti, e quindi può' succedere di tutto!" 

"Sono sicura che i due colpevoli verranno puniti severamente e cacciati dall'esercito perché' sono disonorevoli E posso garantire che di 2 fidanzati ed un marito , nessuno e' tornato! Giuro! - insiste Michela - Ogni volta ho pianto come ad un funerale perché' quelli che tornano sono sempre loro ma diversi! Vedere partire il proprio amore e guardarlo in quelli occhi per l'ultima volta, perché' quegli occhi non saranno più' gli stessi al ritorno! Sono uomini veri da amare ma il lavoro del soldato può' causare dei traumi a volte incurabili, soprattutto quando questi ragazzi arrivano già' da situazioni difficili. Quando stai insieme ad un soldato e' molto difficile tornare a frequentare uomini ordinari! "

"Infatti il più' delle volte quando una Army wife divorzia si risposa l'80 % dei casi con un altro soldato - spiega - Penso che sia un lavoro che richiede un certo tipo di donna coraggiosa al fianco di un guerriero. E' dura soprattutto quando tornano , ci sono dei centri apposta per i soldati senza famiglia per reintegrarsi dopo la guerra, e ricordo che io ed il mio ex marito avevamo usato un centro chiamato family support dove ce' un consulente che ti aiuta a supportare il tuo uomo! Anche quando sono via molte donne usano questi aiuti regalati dalla base per poter superare certi momenti durante la guerra e dopo! Ti aiutano a sopportare di più' il tuo uomo, ad essere una sorta di moglie infermiera".

"Mi dispiace per quella ragazza da donna a donna - sottoliena però Morellato - Ma come madre sono dispiaciuta che questa ragazza si sia messa in una situazione così' pericolosa, come prostituirsi incinta. Credo che avrebbe dovuto farsi aiutare". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Porta pizze esce di strada con l'auto durante il servizio a domicilio: ferita 23enne

  • Coronavirus, cresce il numero dei contagi in Veneto: 1272 casi nel Vicentino

  • Coranavirus, colpiti padre e figlia: entrambi perdono la vita

  • Coronavirus, 34 morti in 24 ore ma diminuiscono i ricoveri

  • Coronavirus, non si fermano i contagi e i decessi in Veneto

  • Emergenza Covid-19: 8509 positivi in Veneto, altri 57 casi a Vicenza e tre decessi

Torna su
VicenzaToday è in caricamento