Dueville, famiglia intossicata dal monossido: neonata in pericolo

I sanitari del Suem 118 sono intervenuti in tarda serata in strada Marosticana, al civico 301, per soccorrere 8 senegalesi. Le due più gravi erano una neonata e la sua mamma

Uno scaldabagno a legna

Sono finiti in 8 al pronto soccorso, tra i quali una neonata con la mamma, per un'intossicazione da monossido di carbonio. Fortunatamente se la sono cavata con un trattamento in camera iperbarica. 

Giovedì sera, i sanitari del Suem 118 sono dovuti correre a Dueville, con i vigili del fuoco, in strada Marosticana 103, perchè una famiglia senegalese ha chiamato, descrivendo i tipici sintomi dell'avvelenamento: nausea e stordimento. Subito è emerso che la causa erano le stufe, in particolare uno scaldabagno a legna, che avevano prodotto una quantità eccessiva del gas potenzialmente letale. 

A preoccupare di più erano le condizioni di una neonata di poche settimane e della sua mamma, ma, grazie alle cure al San Bortolo, si sono ben presto rimesse. 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attenzione anche a Vicenza: come si riconosce il virus cinese

  • Il cane defeca per strada, anziano raccoglie la cacca e la spalma in faccia a un ragazzino

  • Coronavirus: sei tamponi nel Vicentino, San Bortolo sommerso dalle telefonate

  • Coronavirus, massima allerta in Veneto: «Pronti a misure drastiche»

  • Coronavirus, monta la paura: Regione attiva cordone sanitario, altri 7 tamponi positivi

  • Coronavirus, allerta in provincia: scuole chiuse e manifestazioni annullate

Torna su
VicenzaToday è in caricamento