Dai lettori: Maschi Selvatici, Uomini 3000 e Uomini Beta in convegno

Nei prossimi giorni si terrà all'Alfa Fiera Hotel il convegno: "Parole degli uomini sulla famiglia e sull'umanità”. Maschi Selvatici, Uomini 3000 e Uomini Beta si ritroveranno per fare in modo che "la profezia non si avveri"... un lettore prova a spiegarci chi sono

Maschi Selvatici, Uomini 3000 e Uomini Beta. Non rappresentano l'ultima degenerazione del dibattito pro o anti gender, ma i riferimenti culturali di una parte della destra vicentina.

A svelarlo è il volantino del convegno pubblico “Parole degli uomini sulla famiglia e sull'umanità” - con tanto di inquietante sottotitolo: “perché la profezia non si avveri” - di Contra Tenebras organizzato per sabato e domenica prossimi all'Alfa Fiera Hotel (e quale sede più adatta dell'Alfa Fiera Hotel per parlare di Uomini Beta).

Contra Tenebras è, si legge nel sito Internet (http://contratenebras.jimdo.com/), un movimento di proposta culturale “costituito dal presidente Silvio Destro, dal vicepresidente Massimiliano Primon, dal segretario Paolo Zaffonato e da alcuni altri soci. Il movimento si dichiara apartitico e si propone di dare spazio alle versioni cosiddette “controcorrente” e si pone altresì contro le scelte messe in atto dalle istituzioni pubbliche e private, dai partiti e dagli stessi elettori”.

Il più noto del terzetto al vertice è Massimiliano Primon, segretario cittadino de La Destra (http://ladestravicenza.jimdo.com/), partito fondato da Francesco Storace dopo che in casa Alleanza Nazionale erano volati i piatti. Ma cosa c'entra il segretario di un partito di destra con Maschi Selvatici, Uomini 3000 e Uomini Beta? C'entra, perché al convegno organizzato da Contra Tenebras saranno presenti Armando Ermini per l'associazione culturale Maschi Selvatici, Rino Della Vecchia Barnart, fondatore del movimento Uomini 3000 e Fabrizio Marchi, pioniere del movimento Uomini Beta. Nel sito dell'associazione culturale Maschi Selvatici (http://www.maschiselvatici.it/) si scopre che “I Maschi Selvatici sono un’associazione maschile nata sulla base delle proposte di vita, di pensiero, di relazione e di stile contenute nelle opere di Claudio Risé. L’incessante ricerca su tematiche riguardanti l’identità maschile quali la paternità, la maturità e il rispetto nella relazione con se stessi e con il femminile, la presenza nell’educazione dei figli, il dono di sé per il bene della comunità, sono solo alcuni dei percorsi che ci accomunano e nei quali invitiamo tutti gli uomini”. La vetrina web del movimento “Uomini 3000” (http://www.uomini3000.it/) informa l'internauta che si tratta di un sodalizio “contro la colpevolizzazione del genere maschile. Contro la denigrazione della maschilità (male-bashing). Contro la domesticazione e la mansuetizzazione degli uomini. Per la restituzione agli uomini dell'innocenza e dell'onore. Per la valorizzazione delle qualità maschili. Per la difesa della selvaticità e degli istinti maschili”. Last but not least, il sito del movimento Uomini Beta (http://www.uominibeta.org/) ci svela che “Nel corso di questi ultimi decenni gli uomini beta sono stati martellati senza sosta dal punto di vista psicologico e culturale, le loro identità di uomini sono state distrutte con una raffinatissima tecnica di manipolazione psicologica e mediatica fino a farli addirittura sentire colpevoli di essere nati uomini”. Che fare, dunque, di fronte al complotto contro gli uomini beta? “La liberazione degli uomini beta da questa condizione di oppressione umana, sociale e di genere, è l’obiettivo strategico per cui è nato questo Movimento” promette il fondatore Fabrizio Marchi. Maschi Selvatici, Uomini 3000 e Uomini Beta avranno un ruolo marginale nel convegno di Contra Tenebras? Esattamente il contrario: i tre referenti, infatti, offriranno un doppio contributo personale, il primo il sabato, il secondo la domenica. E i titoli degli interventi promettono fuochi d'artificio: “Destrutturazione del sacro” il sabato e “Difesa della paternità” la domenica per Armando Armini per i Maschi Selvatici, “Descrizione del femminismo” il sabato e “Antichi e moderni privilegi” la domenica per Rino Dalla Vecchia Barnart per gli Uomini 3000 e “Sudditanza maschile” il sabato e “Nuovo racconto maschile” la domenica per Fabrizio Marchi per gli Uomini Beta. Insomma, il convegno di Contra Tenebras suggerisce che la proposta culturale di una parte della destra vicentina sembra essersi lasciata alle spalle gli ultimi riferimenti all'eredità del fascismo per puntare sulla rieducazione antropologica dei maschietti che si sono persi per strada nel percorso dai primati al terzo millennio. Un viaggio a ritroso dal camerata alla caverna, dalla clava alla pietra, da Benito Mussolini a Fred Flinstone.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

  • Atletica in lutto: Alen non ce l'ha fatta, giovane promessa muore a 18 anni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento