Da Bergamo al "ponte dei suicidi": ragazza salvata in extremis

E' stato solo grazie all'opera di due fratelli carabinieri di Foza se una giovane non si è gettata dal famigerato ponte di Valgadena

E' stata per una pura casualità e per il coraggio dei suoi salvatori se una giovane donna di Bregamo non si è gettata dal famigerato "ponte dei suicidi", tristemente noto come teatro di numerose tragedie. 

La ragazza era arrivata da Bergamo al viadotto che collega Foza ed Enego giovedì pomeriggio ed aveva scavalcato le barrirere di sicurezza per porre fine alla sua vita. Solo il caso ha voluto che in quell'istante passasse l'auto di due fratelli carabinieri, i Gheller, che non hanno perso un secondo e si sono subito adoperati coraggiosamente per metterela in salvo, anche grazie all'aiuto di altri passanti. L'operazione è andata a buon fine e la bergamasca è stata affidatata al 118 che l'ha trasportata all'ospedale di Santorso per le cure del caso. salvo la ragazza. La notizia è stata riferita da Il giornale di Vicenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittorio Brumotti aggredito in Campo Marzo: preso a sassate durante le riprese

  • Esplode ordigno bellico: un ferito grave

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Divorziano dopo sessant'anni di matrimonio perchè lui vuole farsi prete

  • Ritrovata la bambina di 11 anni scomparsa sulle colline

Torna su
VicenzaToday è in caricamento