Rapina la ex che poi rivela gli anni di inferno: arrestato

Bance Boukari, 30enne originario della Costa d’Avorio, residente a Creazzo, è accusato di aver maltrattato l'ex convivente per anni

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Vicenza, lo scorso pomeriggio, hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dal G.I.P presso il Tribunale di Vicenza , nei confronti di Bance Boukari, 30enne originario della Costa d’Avorio, residente a Creazzo.

La rapina

L’uomo, lo scorso mese di ottobre, era stato denunciato perché’ ritenuto responsabile della rapina commessa nei confronti della ex fidanzata, una 25enne residente nel capoluogo, che mentre usciva dalla propria abitazione sotto minaccia si vedeva costretta a consegnargli il proprio telefono cellulare ed un computer portatile; il pronto intervento dei Carabinieri consentiva l’immediata individuazione dell’extracomunitario e il recupero della refurtiva.

I maltrattamenti

E’ proprio da questo episodio che la parte lesa si convinceva a denunciare i soprusi nel tempo vissuti da parte dell’ex convivente consistiti in reiterati comportamenti persecutori, peraltro confermati da diverse testimonianze acquisite dai militari che, pertanto hanno relazionato dettagliatamente alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vicenza, con la conseguente emissione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Vicenza, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attenzione anche a Vicenza: come si riconosce il virus cinese

  • Papà di due bimbi muore all'età di 42 anni, dolore e rabbia sui social: "Ciao Japo"

  • Bollo auto, le novità del 2020: a chi spettano gli sconti

  • Droga tra giovanissimi: scoperta serra artigianale in casa, in manette due coinquilini

  • Il LaneRosso Vicenza sempre più protagonista

  • Soldi smarriti per strada: individuata la proprietaria

Torna su
VicenzaToday è in caricamento