Coppia vola 8 metri, salvata insieme a 2 piloti appesi ad un albero

Doppio intervento degli uomini del Soccorso Alpino che, chiamati per salvare due coniugi vicentini, sono nel frattempo intervenuti a soccorrere due piloti di parapendio scontratisi e finiti contemporaneamente appesi a un albero

Doppio intervento degli uomini del Soccorso Alpino che, chiamati per salvare due coniugi vicentini, sono nel frattempo intervenuti a soccorrere due piloti di parapendio scontratisi e finiti contemporaneamente appesi a un albero. Passato mezzogiorno, il Suem di Treviso è stato allertato per una donna infortunatasi sul monte Grappa. Il 118 ha quindi inviato l'eliambulanza di Treviso emergenza e una squadra del Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa con due infermieri di Stazione e un medico del Suem di Crespano.

SEI RAGAZZI SI PERDONO IN MONTAGNA, SOCCORSI

IL PRIMO SOCCORSO. Mentre l'elicottero sorvolava il bosco e la jeep del Soccorso si avvicinava da terra, l'equipaggio ha notato una vela appesa a un albero, sotto il decollo del Col del Puppolo con una donna sospesa nel vuoto a oltre 10 metri dal suolo. Il tecnico del Soccorso alpino di bordo è quindi stato calato con un verricello a terra. All'origine dell'incidente, lo scontro in aria tra due parapendii, uno pilotato dalla donna italiana, l'altro da un uomo polacco, che si sono avvitati tra loro precipitando. Il pilota ha quindi attivato il paracadute di emergenza ed entrambi sono finiti, incolumi, sulla pianta, lei sospesa più in alto. L'uomo finito a 2 metri da terra è riuscito a scendere da solo. A quel punto il soccorritore si è arrampicato sull'albero e, arrivato sopra la pilota, ha predisposto un ancoraggio, l'ha sollevata con un paranco e, dopo averla assicurata alla sua corda, l'ha poi calata fino al suolo. Recuperato dall'elicottero dopo aver concluso l'intervento con il parapendio, il soccorritore dell'equipaggio è stato poi nuovamente sbarcato dove la squadra aveva, nel frattempo, raggiunto l'infortunata.

I CONIUGI DI CASSOLA. In realtà, però, erano in due a essersi fatti male: marito e moglie di Cassola (VI). Percorrendo infatti il sentiero n. 106, in località Madonna del Covolo, la donna, A.R., 47 anni, era scivolata. Il marito, A.Z., 51 anni, nel tentativo di trattenerla era caduto con lei. Volati da un salto di roccia di 8 metri, lei aveva avuto la peggio, riportando probabili traumi alla spalla e al torace, nonché la frattura di una gamba. Individuata dai soccorritori, risaliti a piedi per 500 metri, alla coppia sono state subito prestate le prime cure. La donna, medicata, è stata imbarellata, per essere poi trasferita sulla barella dell'eliambulanza. Recuperata con un verricello, l'infortunata è stata trasportata all'ospedale di Treviso. Il marito con possibili contusioni alla spalla e al costato è invece tornato a valle assieme ai soccorritori.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave perdita di gpl dal distributore di carburanti: pericolo esplosione

  • Rubano un'auto e si schiantano, un 14enne alla guida: denunciati due minorenni

  • Schianto in A4, grave un anziana: miracolati due bimbi di pochi mesi

  • Operaio trova l'amante nudo a letto, la moglie lo morde: denunciata per violenza domestica

  • Schianto auto-moto sotto al cavalcavia: gravissimo centauro

  • Schianto fra tre auto e un furgone: quattro feriti

Torna su
VicenzaToday è in caricamento