Castelgomberto, spari contro la porta di casa: paura per un operaio

Il misterioso episodio ha visto coinvolto un giovane moldavo che lavora in un'azienda di Trissino. Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri

Il condominio in via Palladio

Tre o quattro colpi di pistola sparati in successione contro la porta finestra della casa di un operaio 28enne di origini moldave che lavora in un'azienda di Trissino. L'episodio è accaduto nei giorni scorsi al secondo piano di un condominio di via Palladio a Castelgomberto. 

In tarda serata il 28enne stava ascoltando la televisione in cuffia e non si è accorto di nulla, se non la percezione che qualcosa fosse caduto. Solo quando ha alzato la tapparella si è accorto che il vetro  della finestra era rotto, lo stipite danneggiato e che sulla saracinesca c'erano tre fori di proiettile. 

Sul fatto i carabinieri di Trissino hanno aperto un'indagine. Il giovane non sembrerebbe avere alcun precedente e, a quanto sembra, i militari stanno lavorando per capire che arma ha sparato, forse una pistola di piccolo calibro o ad aria compressa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, caso sospetto nel Vicentino: potrebbe essere il "paziente zero"

  • Coronavirus: sei tamponi nel Vicentino, San Bortolo sommerso dalle telefonate

  • Coronavirus, tre casi lievi in provincia

  • COVID-19, tutti negativi i tamponi nel Vicentino: 32 i contagiati in Veneto. Sesto morto in Italia

  • Coronavirus, monta la paura: Regione attiva cordone sanitario, altri 7 tamponi positivi

  • Coronavirus, allerta in provincia: scuole chiuse e manifestazioni annullate

Torna su
VicenzaToday è in caricamento