Tenta di investire carabiniere a Vicenza Ovest: arrestato ex mala del Brenta

Il tentato omicidio, questa l'accusa mossa nei confronti di Orazio T., 48anni, residente a Creazzo, Vicenza, è avvenuto mercoledì sera al casello dell'autostrada

Una corsa folle in autostrada da Padova a Vicenza per sfuggire ai carabinieri che mercoledì sera lo avevano pizzicato in atteggiamenti sospetti in via Cile, una fuga col piede sull'acceleratore sbandando e cercando di speronare l'auto dei militari per poi trovarsi davanti a un posto di blocco istituito ad hoc al casello di Vicenza Ovest dove Orazio Z., 48enne pregiudicato con un passato collegato alla mala del Brenta, ha cercato di investire un carabiniere proseguendo poi la fuga che non l'ha portato lontano. Gli uomini dell'arma lo hanno infatti arrestato poco dopo nella sua abitazione vicentina di Creazzo, con l'accusa di tentato omicidio. La notizia è riportata da Padovaoggi.

L'INSEGUIMENTO. Alle 23.15 di mercoledì sera una pattuglia del Radiomobile dei carabinieri di Padova sorprende il 48enne mentre a bordo della sua Renault Scenic, affiancata ad un extracomunitario in via Cile, interagisce con lo straniero in modo sospetto. I militari notano uno scambio fra i due e ipotizzano si tratti di una cessione di droga, intervengono allora intimando l'alt al conducente dell'auto che immediatamente si dà alla fuga.
I militari lo inseguono, il 48enne imbocca l'autostrada in direzione Vicenza e inizia un inseguimento a tutta velocità e senza esclusione di colpi, il fuggitivo cerca di portare fuori strada l'auto dei carabinieri e urta dei paletti della segnaletica stradale, poi si dirige all'uscita di vicenza Ovest dove inevitabilmente è costretto a rallentare al casello.
Qui c'è un posto di blocco ad aspettarlo, rinforzi sono già stati disposti sul territorio. Braccato, l'uomo non si ferma davanti a niente e cerca di investire un carabiniere che fortunatamente riesce a sfuggire all'auto pirata rimanendo illeso. Intanto il pregiudicato si dilegua raggiungendo la propria abitazione in via Venturini, dove poco dopo gli uomini dell'arma lo arresteranno.

DALLA MALA ALLE ACCONCIATURE. Secondo quanto riferito dalle forze dell'ordine, Orazio Z. avrebbe alle spalle cinque anni di carcere scontati per traffico di stupefacenti, un passato pesante - che lo vedrebbe in qualche modo legato alla mala del Brenta - dopo il quale si è messo a fare il parruchiere a Vicenza. Ancora da chiarire quanto accaduto in via Cile prima dell'inseguimento, in possesso dell'arrestato non è stata ritrovata droga, ma è al vaglio l'ipotesi che possa essersene disfatto nel corso della fuga.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittorio Brumotti aggredito in Campo Marzo: preso a sassate durante le riprese

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

Torna su
VicenzaToday è in caricamento