Brendola, incendio canna fumaria: due famiglie in ospedale

I vigili del fuoco sono intervenuti l'incendio senza la produzione di fiamme che ha interessato l’isolamento del muro tra due unità abitative

I vigili del fuoco sono intervenuti giovedì mattina intorno alle ore 8 presso un’abitazione di via Vincenzo Scamozzi a Brendola per la presenza di odore di fumo all’interno di un’abitazione.  

Un incendio senza la produzione di fiamme ha interessato l’isolamento del muro tra due unità abitative, dove all’interno passa la canna fumaria di una stufa a legna. L’allarme questa mattina quando un parente chiamato dalla coppia, che occupa la porzione della bifamiliare con due bambini si è reso conto dell’anomalia ed ha avvertito i vigili del fuoco.

La squadra dei pompieri intervenuti da Lonigo e Vicenza ha allertato il Suem 118 che ha  consigliato gli occupanti dell’abitazione di rivolgersi per un controllo al pronto soccorso come anche i genitori della donna, che occupavano l’altra porzione di bifamiliare con un altro figlio.   Sette in totale le persone che si sono rivolte alle cure del pronto soccorso per accertamenti sanitari. I vigili del fuoco hanno dovuto rompere la tamponatura del muro divisorio dell’abitazione fino al completo spegnimento di tutto l’isolante coinvolto nel principio d’incendio.   

Le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco sono terminate a mezzogiorno circa, con l’inibizione dell’uso della stufa fino ai lavori di ripristino di tutte le condizioni di sicurezza dell’impianto di scarico dei fumi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave perdita di gpl dal distributore di carburanti: pericolo esplosione

  • Rubano un'auto e si schiantano, un 14enne alla guida: denunciati due minorenni

  • Schianto in A4, grave un anziana: miracolati due bimbi di pochi mesi

  • Investita sulle strisce: 21enne in Rianimazione

  • Operaio trova l'amante nudo a letto, la moglie lo morde: denunciata per violenza domestica

  • Schianto auto-moto sotto al cavalcavia: gravissimo centauro

Torna su
VicenzaToday è in caricamento