Sequestrata e seviziata per settimane: minorenne liberata dalla polizia

Due persone sono state arrestate a Bologna per aver trattenuto contro la sua volontà una minore ora ospitata in un centro di accoglienza vicentino. Ritrovata in un paese del casertano, i suoi aguzzini avevano già predisposto un riscatto

Foto bolognatoday.it

È scesa alla stazione di Vicenza, accolta dagli agenti dalla Polfer che l'hanno trasferita in un centro di accoglienza del vicentino, una minorenne che dopo essere stato collocata presso l’Hub di Bologna è stata rapita e portata con la forza in provincia di Caserta. Gli aguzzini avevano chiesto per la sua liberazione la somma di 2000 euro.

Alle prime ore del 29 agosto, la Polizia di Stato di Bologna ha eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Gip di Bologna nei confronti di due cittadini nigeriani per aver rapito la 17enne, loro connazionale, arrivata nel nostro Paese nel mese di luglio.

La Squadra Mobile di Bologna, con la collaborazione di quella di Caserta ed il coordinamento dello Sco - Servizio Centrale Operativo, ha rintracciato i nigeriani all’interno di una abitazione di Casapesenna, nel casertano, dove per circa due settimane la giovane era stata tenuta segregata subendo violenze fisiche e psicologiche. 

Da bolognatoday.it
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

  • Atletica in lutto: Alen non ce l'ha fatta, giovane promessa muore a 18 anni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento