Bimbo morì in pista di motocross: il padre condannato per omicidio

E' stato condannato a un anno di reclusione per omicidio colposo il padre di un bambino vicentino di 7 anni, Massimiliano Cogo, morto nel giugno 2012 su una pista da motocross a Montagnana

La pista di Montagnana

Dramma nel dramma. Dopo la morte del piccolo Massimiliano, investito mentre assisteva ad una gara di motocross nel 2012, mercoledì è arrivata la condanna del padre, Ruggero, per omicidio colposo. 

Per il Tribunale di Padova, che ha emesso la sentenza, l'uomo e' responsabile di aver fatto entrare il piccolo in pista, in un luogo molto pericoloso, dove il bambino non avrebbe dovuto essere. Altre quattro condanne, tra i 10 e i 6 mesi, sono state inflitte agli organizzatori della gara. Assolto invece il centauro che guidava la moto e il proprietario della pista. Gli organizzatori della manifestazione dovranno risarcire la mamma e i fratelli della piccola vittima con 140 mila euro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Porta pizze esce di strada con l'auto durante il servizio a domicilio: ferita 23enne

  • Coranavirus, colpiti padre e figlia: entrambi perdono la vita

  • Coronavirus, non si fermano i contagi e i decessi in Veneto

  • Coronavirus, 34 morti in 24 ore ma diminuiscono i ricoveri

  • Emergenza Covid-19: 8509 positivi in Veneto, altri 57 casi a Vicenza e tre decessi

  • Coronavirus, cresce il numero dei contagi in Veneto: 1272 casi nel Vicentino

Torna su
VicenzaToday è in caricamento