Batterio killer, Coletto: "Nessun problema per i nostri prodotti"

Salgono a 14 le vittime in Germania per l'infezione da E.Coli. In Italia ancora nessun allarme e l'assessore alla Sanità veneta assicura "controlli massimi"

“Nelle ultime 24 ore i nostri uffici hanno ricevuto tre comunicazioni di allerta europee, ma nessuna riguarda l’Italia e tanto meno il Veneto”.

Lo riferisce oggi l’assessore regionale alla sanità Luca Coletto, in relazione all’allarme suscitato dalla vicenda del “batterio killer” in Germania ed in alcuni altri Paesi europei.

“La situazione sanitaria legata all’ escherichia coli – riferisce Coletto - è assolutamente tranquilla. Da un lato le Ulss stanno già applicando il protocollo di controllo sulla sintomatologia definito dal ministero della salute; dall’altro il servizio igiene alimentare è in costante contatto con le autorità sanitarie europee e nazionali, che non segnalano alcun problema per noi, ed ha allertato i suoi servizi territoriali, pronti ad intervenire nel caso di situazioni sospette. Un’ulteriore garanzia è data dall’attività dei Nas dei Carabinieri”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Terremo alta la guardia fino a che tutto non sarà chiarito – prosegue Coletto – ma è importante che una sacrosanta attenzione non si tramuti in allarmi infondati. Non dimentichiamo che i prodotti venduti e consumati in Veneto sono in gran parte di produzione nazionale o, ancor meglio, a chilometri zero e quindi provenienti da aziende del territorio, e sono sicuri”. “Non bisogna farsi prendere dal panico – raccomanda Coletto. Semmai è utile praticare alcune piccole attenzioni: controllare la provenienza del prodotto, che deve essere chiaramente indicata, al momento dell’acquisto; lavare con cura le verdure e la frutta, magari utilizzando per massima precauzione uno dei tanti prodotti igienizzanti in commercio, lavarsi con cura le mani dopo aver utilizzato la toilette. In caso di sintomi come dolori addominali e diarrea – conclude Coletto – è utile rivolgersi tempestivamente al proprio medico di famiglia o alle strutture ospedaliere, soprattutto per quei cittadini che abbiano visitato di recente la Germania settentrionale (Amburgo, Sassonia del nord, Bassa Sassonia, Mecklemburg-Western Pomerania). Il tutto, ripeto, soltanto per pura precauzione, perché i nostri prodotti sono sani e nulla fa presagire particolari problemi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo passati a rischio elevato, lunedì inaspriremo le regole»

  • Condizionatori e Coronavirus: consigli su come igienizzarli

  • Coronavirus, nuovo focolaio nel Vicentino: 4 i casi accertati, massiccio piano di isolamento

  • Nuovi focolai in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Le vacanze si trasformano in tragedia, mamma 44enne muore mentre fa snorkeling

  • Tragedia sulla Sisilla, volo di 80 metri: muore un escursionista

Torna su
VicenzaToday è in caricamento