Bassano, arrestato dopo 16 anni per banconote false

I carabinieri hanno arrestato un 50enne trapanese, residente a Cassola, che nel 2001 era stato pizzicato con 5 milioni e 600mila lire falsi in un casinò croato

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Bassano del Grappa hanno tratto in arresto B. F., 50enne di Alcamo, Trapani, residente a Cassola.

L’arresto dei Carabinieri scaturisce da un “Mandato di Arresto Europeo” proveniente dal tribunale croato di Pola, che lo ha condannato per “falsificazione di monete, spendita ed introduzione nello Stato previo concerto di monete falsificate”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell’ormai lontano 26 aprile 2001 difatti il condannato si trovava nel comune croato di Plovania, distretto di Buje. La sera si recava presso il locale casinò “Mulino”, pagando con banconote da 100.000 lire per la fruizione dei giochi d’azzardo offerti. Il B. riusciva a spendere 13 banconote prima di essere scoperto: risultavano difatti tutte abilmente contraffatte, ma non a sufficienza per non essere individuato dalla polizia locale

Alla prequisizione, sia personale che dell'auto, gli sono stati trovati 5 milioni 600mila lire contraffatte. Il tentativo era chiaramente di ottenere in tale modo denaro “pulito” in sostituzione di quello falsificato artatamente introdotto.

La sentenza finale del Tribunale di Pola è di un anno e 8 mesi di reclusione, e fa scattare il mandato d’arresto europeo che giunge per competenza alla Compagnia Carabinieri di Bassano del Grappa. Le immediate ricerche consentono ai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di intercettare il B. in poche ore, sbalordito dalla misura che era in applicazione a distanza di così tanti anni. L’arrestato è stato infine tradotto presso la Casa Circondariale di Vicenza per l’espiazione della pena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal 2 giugno cade l'obbligo di mascherina all'aperto

  • Riapertura di asilo, materne, centri estivi e le novità per la scuola a settembre

  • Operazione "gomme da arresto": 5 indagati per frode, sequestrati beni per 11 milioni

  • Perde il controllo della moto e si schianta contro un muro: muore 22enne

  • Centauro esce di strada mentre sta percorrendo il Costo: ferito 55enne

  • Travolta da un'auto: muore donna di 55 anni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento