Bassano, a 140 all'ora con bebè per "allenarsi" alla fuga

Nei giorni scorsi, gli agenti della polizia di Bassano sono stati sorpassati, a Vedelago, da un'auto che, in pieno giorno sfrecciava a folle velocità tra gli altri veicoli. Raggiunta, al volante c'era un nomade con famiglia al seguito, che non ha fornito alcuna spiegazione

Probabilmente si stava "allenando" a fuggire dalle forze dell'ordine il nomade fermato nei giorni scorsi a Vedelago dalla polizia di Bassano. L'uomo, con tanto di famiglia al seguito, tra cui un neonato, stava sfrecciando a folle velocità alle 12.30, in piena ora di punta, zigzagando tra i mezzi e schivando gli atterriti pedoni. 

Le tre auto civetta erano ferme a bordo strada e, quando il mezzo li ha soprassati ai 140 all'ora, è scattato l'inseguimento. Raggiunta l'auto, ne è sceso T.G., 26 anni, un giostraio della zona di Castelfranco che, interrogato, non ha fornito spiegazioni sul suo comportamento. Da lì, l'ipotesi che stesse facendo pratica in caso di fuga. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attenzione anche a Vicenza: come si riconosce il coronavirus

  • Coronavirus, caso sospetto nel Vicentino: potrebbe essere il "paziente zero"

  • Coronavirus: sei tamponi nel Vicentino, San Bortolo sommerso dalle telefonate

  • Coronavirus, massima allerta in Veneto: «Pronti a misure drastiche»

  • Coronavirus, tre casi lievi in provincia

  • COVID-19, tutti negativi i tamponi nel Vicentino: 32 i contagiati in Veneto. Sesto morto in Italia

Torna su
VicenzaToday è in caricamento