venerdì, 24 ottobre 23℃

Caldogno: giunte 15 offerte per il bacino che salva Vicenza

La Regione procederà alla costituzione della commissione giudicatrice che esaminerà, nelle modalità e nei tempi previsti dal disciplinare di gara, la documentazione amministrativa, le offerte tecniche ed economiche

Redazione 18 febbraio 2013

Scaduto il termine per partecipare alla gara per la costruzione del bacino lungo il torrente Timonchio-Bacchiglione nel Comune di Caldogno, in provincia di Vicenza.

Le offerte pervenute alla Regione sono una quindicina. La Regione riferisce che procederà ora alla costituzione della commissione giudicatrice che esaminerà, nelle modalità e nei tempi previsti dal disciplinare di gara, la documentazione amministrativa, le offerte tecniche e le offerte economiche.

"Abbiamo agito quanto più celermente possibile - commenta l'assessore regionale all'ambiente e alla difesa del suolo Maurizio Conte - e contiamo di arrivare all'assegnazione dell'appalto nel giro di qualche mese in modo da far iniziare i lavori entro la prossima estate. E' infatti una delle opere più attese per la riduzione del rischio idrogeologico nell'area metropolitana di Vicenza, pesantemente colpita dall'alluvione del 2010". L'importo complessivo dell'appalto è di oltre 25 milioni di euro. L'obiettivo è quello di ridurre le portate di massima piena, attese per tempi di ritorno di 100 anni, entro i limiti della capacità di deflusso dell'alveo del Timonchio, aumentando il grado di sicurezza idraulica del capoluogo berico.

Annuncio promozionale

Caldogno
alluvioni

Commenti