Cercano di abbattere autovelox, ma si feriscono: trovate tracce di sangue

L'episodio risale alla notte di domenica 8 settembre, a Rivalta di San Nazario, Vicenza. L'apparecchiatura è stata trovata danneggiata e circondata da tracce di sangue. Il traffiphot ha dimostrato molte violazioni

Hanno cercato di danneggiare un autovelox particolarmente "attivo" ma è andata male. L'apparecchiatura, installata a Rivalta di San Nazario, è stata sì rinvenuta danneggiata, ma perfettamente funzionante. Il dettaglio inquietante è che il "traffiphot", questa la tipologia, era circaondato da macchie di sangue. 

Secondo quanto ricostruito dalla polizia locale, probabilmente i vandali si sono feriti nel tentativo di segare il palo che sorregge il rilevatore di velocità. L'atto potrebbe essere stato compiuto da qualche automobilista infuriato: sembra che la macchina abbia rilevato parecchie infrazioni da quando è in funzione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, caso sospetto nel Vicentino: potrebbe essere il "paziente zero"

  • Coronavirus: sei tamponi nel Vicentino, San Bortolo sommerso dalle telefonate

  • Coronavirus, massima allerta in Veneto: «Pronti a misure drastiche»

  • Coronavirus, tre casi lievi in provincia

  • COVID-19, tutti negativi i tamponi nel Vicentino: 32 i contagiati in Veneto. Sesto morto in Italia

  • Coronavirus, monta la paura: Regione attiva cordone sanitario, altri 7 tamponi positivi

Torna su
VicenzaToday è in caricamento