Gallio, investigatori tornato in Altopiano per il pacco bomba

L'episodio risale al 2006, quando l'ordigno esplose tra le mani dell'allora sindaco Antonella Stella. Venerdì scorso sei agenti di polizia sono rimasti alcune ore in Comune, Stella: "Indagini non chiuse"

Nuove indagini sul pacco bomba che, nel 2006 ferì in modo serio l'allora sindaco di Gallio, Antonella Stella. Secondo quanto si apprende, gli inquirenti venerdì si sono recati in municipio, su mandato del procuratore capo di Bassano Carmelo Ruberto, e ci sono rimasti alcune ore. Scarno il commento della psicologa: "Non so nulla ma l'indagine non è chiusa e mi auspico che la giustizia faccia il suo corso.

L'attentato avvenne il 10 gennaio 2006. Un pacco venne recapitato nello studio di Antonella Stella, nei pressi dell'areoporto di Padova. La dottoressa lo aprì ma il libro di Mauro Corona contenuto all'interno si rivelò essere un'ordigno esplosivo. Inizialmente gli investigatori padovani avevano contemplato sia la pista di un gesto legato all’attività amministrativa di Stella in Altopiano sia l’ipotesi di un atto folle da parte di qualche paziente della psichiatra, per poi eslcudere quest'ultima e concentrarsi sulla politica, in particolare sulle nuove norme in materia urbanistica.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave perdita di gpl dal distributore di carburanti: pericolo esplosione

  • Rubano un'auto e si schiantano, un 14enne alla guida: denunciati due minorenni

  • Violento scontro auto-camion sulla Sp 26: muore una 52enne vicentina

  • Investita sulle strisce: 21enne in Rianimazione

  • Schianto in A4, grave un anziana: miracolati due bimbi di pochi mesi

  • Operaio trova l'amante nudo a letto, la moglie lo morde: denunciata per violenza domestica

Torna su
VicenzaToday è in caricamento