Arzignano, paziente muore d'infarto: medico a processo

La signora, ricoverata al pronto soccorso, soffriva di cuore. Il dottore ha dimesso la donna, fissando la visita dopo una settimana: troppo tardi

L'ospedale di Arzignano

Un errore, secondo il pm, potrebbe costare caro a un medico del pronto soccorso dell'ospedale di Arzignano. Nel gennaio dello scorso anno una signora è entrata nella struttura per la seconda volta nel giro di pochi giorni accusando un forte dolore addominale. La donna era risultata negativa all'ecografia ma aveva un tasso di troponina - indicatore di un probabile infarto - sopra ai valori normali.

Nonostante gli indici non regolari, il medico aveva predisposto un ulteriore esame dopo una settimana. Nel frattempo, due giorni dopo il ricovero, la signora è deceduta per arresto cardiaco.

Sette giorni di attesa  sono stati troppi secondo il tribunale  che martedì ha mandato a giudizio il sanitario perché "non disponeva della necessaria consulenza cardiologica dimettendo la paziente...in tal modo determinando la sua morte". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

Torna su
VicenzaToday è in caricamento