Arzignano, ladri seriali di alcolici: arrestati dai carabinieri

Due rumeni con la "passione" per l'alcool hanno fatto man bassa al Famila di svariate bottiglie di vino e liquori. Ma in macchina avevano altro bottino

Sette bottiglie di amore e qualche whisky per un totale di 130 euro di valore. Il colpo è stato messo a segno sabato pomeriggio verso le 17 da due 34enni rumeni pregiudicati che sono entrati al Famila di Arzignano razziando vino e liquori. Fermati dalla Civisa e arrestati dai carabinieri, nell’auto avevano altro bottino alcolico per circa 700 euro, probabile frutto di altre rapine.

La tecnica usata per il furto è stata quella di nascondere le bottiglie sotto a una fascia elastica legata alla vita, dopo aver rimosso l’antitaccheggio. L’accusa per i due uomini è di furto aggravato con mezzi fraudolenti e violenza sulle cose. nascondendole grazie ad una fascia elastica in vita e, in più, anche un paio di pantaloni di cui era stato rimosso l’antitaccheggio.

Per i due l’accusa è di furto aggravato dai mezzi fraudolenti e violenza sulla cose; stamattina la convalida, mentre si deciderà in merito all’applicazione di altre misure di sicurezza.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Conco, ciclista ucciso: preso il pirata della strada

    • Sport

      Vicenza Calcio Assemblea soci Vi.Fin.: aggiornamenti

    • Incidenti stradali

      Rosà, auto precipita dal cavalcavia: grave 62enne

    • Cronaca

      Lavoro, Cgil: "Vicenza da record per morti e incidenti"

    I più letti della settimana

    • Rosà, auto precipita dal cavalcavia: grave 62enne

    • Conco, ciclista ucciso: preso il pirata della strada

    • Torri di Quartesolo, centauro esce di strada: è in rianimazione

    • Sossano, frontale tra due auto: ferita una 50enne

    • Vicenza, 15enne si lancia dal quinto piano: "L'ho vista cadere nel vuoto"

    • Maltempo nel vicentino: alberi caduti e macchine danneggiate

    Torna su
    VicenzaToday è in caricamento