Spacca a calci l'auto della polizia, ennesima notte brava dopo decine di violazioni al foglio di via

Il suo nome è apparso ripetutamente sulle cronache vicentine. Questa volta, dopo una rissa, se l'è presa con gli agenti che lo stavano portando in questura. Offese, violenze e uno sputo in faccia a poliziotto: per lui sono scattate le manette

Foto d'archivio

Il suo nome è apparso spesso sulle colonne della cronaca. Colpito decine di volte da denunce per violazioni del foglio di via, per il 27enne Marlon Kevin Gonzato nella notte tra giovedì e venerdì sono scattate le manette. L'uomo si è reso protagonista di resistenza a pubblico ufficiale, danno aggravato a mezzi della polizia di Stato e, appunto, violazione del foglio di via. 

Il tutto è iniziato poco prima delle 22 quando, in piazza Araceli, un operatore di unità di strada stava portando indumenti e coperte ai senzatetto che stazionano nei portici lì vicino. Durante il passaggio, in compagnia di alcune colleghe, il volontario ha notato una lite molto accesa tra due persone mentre altre due cercavano di dividerli. Uno dei contendenti (Gonzato) si è poi allontanato a piedi con un coltello in mano. 

L'operatore ha chiamato la polizia e una pattuglia della volante lo intercetta in via Rumor. Gonzato, secondo il racconto della questura, inizia subito con offese pesanti del tipo «Nazisti di merda» e nel tentativo di scappare inizia a spingere i poliziotti che nel frattempo erano usciti dall'auto. Gli operatori della volante riescono quindi a metterlo a terra ma lui continuava a scalciare. A quel punto gli agenti sono stati costretti a immobilizzarlo con le fascette di velcro. 

Il clou dello "spettacolo" si è però verificato nell'auto della volante che lo stava portando in questura. Kevin ha iniziato infatti a dare calci al finestrino posteriore, lato guidatore, fino a deformarlo. Non contento ha poi spaccato un altoparlante della vettura e spaccato, sempre con i piedi, il rivestimento del tetto del veicolo. Infine, ha sputato in faccia a un'agente, il quale ha dovuto recarsi al pronto soccorso per gli accertamenti previsti in questi casi.

Dopo l'arresto Gonzato è stato processato venerdì mattina per direttissima. Arresto convalidato. Rimesso in libertà. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, caso sospetto nel Vicentino: potrebbe essere il "paziente zero"

  • Coronavirus: sei tamponi nel Vicentino, San Bortolo sommerso dalle telefonate

  • Coronavirus, tre casi lievi in provincia

  • COVID-19, tutti negativi i tamponi nel Vicentino: 32 i contagiati in Veneto. Sesto morto in Italia

  • Coronavirus, monta la paura: Regione attiva cordone sanitario, altri 7 tamponi positivi

  • Coronavirus, tre contagi nel Vicentino: infettati in isolamento fiduciario

Torna su
VicenzaToday è in caricamento