Tentano l’assalto al bancomat: esplosivo disinnescato dagli artificieri

Ennesimo colpo notturno a una banca con una "marmotta" inserita nella fessura dell'ATM. I malviventi sono però fuggiti quando è scattato l'allarme

Un tentativo di furto a uno sportello ATM usando dell’esplosivo. L'ennesimo assalto della "banda del bancomat" è avvenuto alle 4 di giovedì ad Altavilla Vicentina. I carabinieri sono intervenuti in via Tavernelle dopo che il sistema d'allarme della filiale Antonveneta Gruppo Monte Paschi ha iniziato a suonare provocando la fuga repentina dei malviventi.

I rapinatori, poco prima, avevano inserito nella fessura dello sportello una miscela esplosiva comunemente definita “marmotta”, con il chiaro proposito di farlo esplodere per rubare il denaro. L’attivazione del sistema di allarme ha costretto i malfattori a dileguarsi a bordo di un'auto non ancora identificata. 

I militari, una volta giunti sul posto, hanno richiesto l’intervento degli artificieri del comando provinciale carabinieri di Padova che hanno dissinnescato e recuperato l'eplosivo. Le indagini sono in corso anche con la visione dei sistemi di videosorveglianza presenti nella zona.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attenzione anche a Vicenza: come si riconosce il virus cinese

  • Il cane defeca per strada, anziano raccoglie la cacca e la spalma in faccia a un ragazzino

  • Coronavirus, massima allerta in Veneto: «Pronti a misure drastiche»

  • Dimentica l'auto accesa al parcheggio per un’ora e va a lavorare: arrivano i carabinieri

  • Schianto semi frontale tra auto: sei feriti, paura per due bimbi piccoli a bordo

  • Tir rimane incastrato in una stradina di paese: autista straniero tradito dal gps

Torna su
VicenzaToday è in caricamento