La sentenza: "Le nutrie sono innocenti per l'alluvione"

Il capo del Genio Civile Mauro Roncada, con l'assessore alla Caccia Spigolon, avevano attribuito ai roditori la responsabilità per il cedimento degli argini. Il coordinamento protezionista ha fatto un esposto, vincendo

Le nutrie non sono state tra le cause dell'alluvione del 1 novembre 2010 a Vicenza. L'ha sentenziato il procuratore di Verona, Valerio Ardito, in seguito ad un'indagine nata da un esposto del Coordinamento Protezionista.


Facciamo un passo indietro: era il 28 novembre 2010 quando il capo del genio civile Mauro Roncada, con l'assessore alla caccia della Provincia di Vicenza, Marcello Spigolon, in una intervista al Giornale di Vicenza diceva: "Una grossa fetta di responsabilità va attribuita alle nutrie in quanto hanno indebolito gli argini". Le dichiarazione non è piaciuta al gruppo animalista che ha chiesto alla procura di fare chiarezza. Ne è uscita una relazione di 30 pagine dalle quali emergono 5 cause per la catastrofe veneta ma non le nutrie.

"Mi piacerebbe capire le motivazioni che hanno spinto il capo del Genio Civile a dichiarare quelle baggianate", dice Renzo Rizzi del Coordinamento protezionista. Dopo queste dichiarazioni si era scatenata una vera e propria mattanza ai danni di questo castoro, provocando danni all'ecosistema, sostengono gli ambientalisti. Ora faranno denuncia per procurato allarme e danni e  si costituiranno parte civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camilla non ce l'ha fatta, dopo dieci giorni di agonia la 19enne è morta

  • Spiedo, grigliata che bontà: scopri dove mangiare le migliori del vicentino

  • Malore fatale sul posto di lavoro: giovane papà di due bambini perde la vita

  • Tragedia lungo la A1, camionista muore schiacciato dal suo bisonte

  • Terribile schianto fra tre auto: due conducenti feriti

  • Operaio schiacciato dal muletto: è grave

Torna su
VicenzaToday è in caricamento