Uccise in Albania, cacciatore "ricercato" dall'Interpol

Evelino Casara, residente a Malo, secondo la giustizia albanese avrebbe ucciso un ragazzo per errore, durante una battuta di caccia nel 2003. Dalla sentenza del 2009 è latitante

Fuga dalla pena o difesa da un tragico errore giundiziario? Da due anni, Evelino Casara è ricercato dall'Interpol in tutto il mondo, perchè secondo l'Alta Corte albanese avrebbe ucciso un giovane di fronte a  Kelvis Bilcari, che lo accompagnava durante una battuta di caccia Lushnjia Krutje.
Il vicentino, che all'epoca aveva 47 anni, si sarebbe poi rifugiato in Italia. Blicari inizialmente si accusò del delitto, "Mi è partito un colpo", ma poi ritrattò, accusando il vicentino. Casara venne condannato in contumacia e, appresa la sentenza, fece ricorso. Lo vinse ma l'equivalente albanese della Cassazione nel 2009 lo condanna definitivamente. Da allora la sua foto è nel sito dell'Interpol, tra i ricercati internazionali, ma nessuna richiesta ufficiale è mai giunta alle autorità vicentine.
L'uomo si difende con forza: "Ero lontano, sentii il colpo e raggiunsi Blicari. Mi raccontò dell'incidente e poi fuggì. Quando arrivò la Polizia, un testimone confermò la mia versione e successivamente Blicari confessò. Poi questa sentenza assurda, dettata solo dalla mia disponibilità economica. Quel giorno mi ha rovinato la vita".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittorio Brumotti aggredito in Campo Marzo: preso a sassate durante le riprese

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

Torna su
VicenzaToday è in caricamento