La neve è un viaggio nel tempo, ci fa tornare bambini

Qualche riflessione di Marco Rabito di Serenissima Meteo su quello che non è un fenomeno atmosferico come tutti gli altri

Foto da Montagna.tv

Per un attimo mettiamo da parte la scienza, accantoniamo, solo per queste poche righe, il rincorrersi degli aggiornamenti, delle informazioni e delle congetture su quanto potrebbe accadere nelle prossime ore.

Le prevsioni per il weekend

Ognuno di noi ha, come è giusto che sia, un rapporto del tutto soggettivo con questo fenomeno così particolare, vuoi per le necessità giornaliere di spostamento, vuoi per i "disagi", vuoi per il fascino o per l'atmosfera che solo una nevicata può creare. Però, se ci pensiamo bene, se cerchiamo solo per un attimo di staccarci dalla nostra frenetica attualità, ci possiamo accorgere quanto alla neve siano legate delle situazioni della nostra infanzia. Perché, in quell'infanzia, la neve era magia. Era quel paesaggio che cambiava improvvisamente, lasciandoci a bocca aperta e fissando certe emozioni e sensazioni per una vita intera.

La neve ha il potere, consentitemi questa visione romantica, di farci viaggiare nel tempo. Di riportarci a quella finestra, a quel berrettino di lana, a quelle manine gelate, ai fiocchi che scivolano sul naso. E quel mondo, attorno a noi, che rallenta. Rallenta e diventa più pulito, mentre scendono, freddi, soffici e volteggianti. Uno sull'altro. A coprire i rumori, ad uniformare i colori e a moltiplicare la luce. Può davvero essere visto in negativo un fenomeno che ha questo potere?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

O, forse, siamo solamente prigionieri di uno stile di vita che ci ha privato di molte magie, non per ultima quella della neve? La meteorologia, per quanto seria, non ci da troppe certezze quando si parla di lei. La dama bianca si fa attendere, desiderare. Per qualcuno, sognare. Anche per questo, quando scende sulle nostre pianure, evoca meraviglia e, ne sono sicuro, per un attimo anche i cuori più chiusi ritornano a quel bambino o a quella bambina, in un cortile, con le guance rosse e gli occhi pieni di sorpresa. Se arriverà, buona neve a tutti. Regaliamole un sorriso e un tuffo nei nostri ricordi di bambini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal 2 giugno cade l'obbligo di mascherina all'aperto

  • Riapertura di asilo, materne, centri estivi e le novità per la scuola a settembre

  • Operazione "gomme da arresto": 5 indagati per frode, sequestrati beni per 11 milioni

  • Perde il controllo della moto e si schianta contro un muro: muore 22enne

  • Centauro esce di strada mentre sta percorrendo il Costo: ferito 55enne

  • Travolta da un'auto: muore donna di 55 anni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento