Bulgarini querela Forza Nuova: "Frasi criminali contro di me"

La pubblicazione di un foto su Facebook con la scritta "Quando gli uomini della Giunta Variati inneggiavano alle Foibe e al comunismo" ha fatto andare su tutte le furie il vicesindaco

Una foto postata su Facebook con il vicesindaco in primo piano che alza il pugno. E il commento "Quando gli uomini della Giunta Variati inneggiavano alle Foibe e al comunismo". Il post ha fatto andare su tutte le furie Jacopo Bulgarini D'Elci che, come scrive lui stesso sul social network, ha deciso di querelare gli autori: Forza Nuova Vicenza. 

Con Valter Bettiato Fava e Matteo Cocco abbiamo querelato Forza Nuova Vicenza per diffamazione aggravata. La diffamazione la potete vedere coi vostri occhi. Una foto goliardica che, ironicamente, avevamo pubblicato noi stessi dopo un’allegra e alcolica serata al festival culturale Fornaci Rosse viene usata per attribuirci, falsamente, posizioni criminali. Perché uno che inneggiasse alle foibe o ai massacri comunisti per me questo sarebbe: un criminale"

E Bulgarini aggiunge: 

"Credo che, nella loro testa, fosse una specie di risposta allo scandalo scoppiato a Vicenza per la scoperta che in alcune liste pro Rucco si sono subdolamente infiltrati parecchi candidati nazisti, omofobi, antisemiti (a loro insaputa, a quanto pare). Non saprei dire se mentano sapendo di mentire o proprio non arrivino a cogliere la differenza: io sono un anticomunista viscerale, mai stato iscritto a partiti, di profilo libertario e liberale, ed è questo che rende comica l’associazione con simboli comunisti; loro sono figure che, venendo dal Fronte della Gioventù, anni e anni dopo e persino mentre si candidano a governare la città continuano a trastullarsi con un armamentario di svastiche, battute contro i gay, nostalgie per l’olio di ricino e i picchiatori di altre epoche. Anche mettendo da parte l’antifascismo, forse non il modo migliore per dimostrare alla città la maturità che serve per governare... Comunque: non ero mai andato da un avvocato in vita mia, e ovviamente è la mia prima querela. Di solito si dice per fare i fighi che “in caso di vittoria devolverò il ricavato per beneficienza”, ma io ho un’idea diversa: berrò qualche bottiglia di quello buono, alla facciaccia loro".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplode ordigno bellico: un ferito grave

  • Vittorio Brumotti aggredito in Campo Marzo: preso a sassate durante le riprese

  • Trovata morta in casa, Fabiola stroncata da un'intossicazione acuta

  • Strage di Kitzbühel, tra le vittime il portiere Florian Janny: mondo dell'hockey sotto shock

  • "Ciao Antonio", il liceo Fogazzaro piange l'amato prof. Busolo Cerin

  • Malore andando a funghi: muore a 57 anni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento