Bulgarini querela Forza Nuova: "Frasi criminali contro di me"

La pubblicazione di un foto su Facebook con la scritta "Quando gli uomini della Giunta Variati inneggiavano alle Foibe e al comunismo" ha fatto andare su tutte le furie il vicesindaco

Una foto postata su Facebook con il vicesindaco in primo piano che alza il pugno. E il commento "Quando gli uomini della Giunta Variati inneggiavano alle Foibe e al comunismo". Il post ha fatto andare su tutte le furie Jacopo Bulgarini D'Elci che, come scrive lui stesso sul social network, ha deciso di querelare gli autori: Forza Nuova Vicenza. 

Con Valter Bettiato Fava e Matteo Cocco abbiamo querelato Forza Nuova Vicenza per diffamazione aggravata. La diffamazione la potete vedere coi vostri occhi. Una foto goliardica che, ironicamente, avevamo pubblicato noi stessi dopo un’allegra e alcolica serata al festival culturale Fornaci Rosse viene usata per attribuirci, falsamente, posizioni criminali. Perché uno che inneggiasse alle foibe o ai massacri comunisti per me questo sarebbe: un criminale"

E Bulgarini aggiunge: 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Credo che, nella loro testa, fosse una specie di risposta allo scandalo scoppiato a Vicenza per la scoperta che in alcune liste pro Rucco si sono subdolamente infiltrati parecchi candidati nazisti, omofobi, antisemiti (a loro insaputa, a quanto pare). Non saprei dire se mentano sapendo di mentire o proprio non arrivino a cogliere la differenza: io sono un anticomunista viscerale, mai stato iscritto a partiti, di profilo libertario e liberale, ed è questo che rende comica l’associazione con simboli comunisti; loro sono figure che, venendo dal Fronte della Gioventù, anni e anni dopo e persino mentre si candidano a governare la città continuano a trastullarsi con un armamentario di svastiche, battute contro i gay, nostalgie per l’olio di ricino e i picchiatori di altre epoche. Anche mettendo da parte l’antifascismo, forse non il modo migliore per dimostrare alla città la maturità che serve per governare... Comunque: non ero mai andato da un avvocato in vita mia, e ovviamente è la mia prima querela. Di solito si dice per fare i fighi che “in caso di vittoria devolverò il ricavato per beneficienza”, ma io ho un’idea diversa: berrò qualche bottiglia di quello buono, alla facciaccia loro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal 1 giugno l'obbligo di mascherina all'aperto non c'è più

  • Eclissi: in arrivo lo spettacolo della 'Luna delle Fragole'

  • Runner sale sulla cresta, scivola e fa un volo di un centinaio di metri: muore 37enne

  • Schianto tra moto sul Grappa: padre e figlia perdono la vita

  • Le norme per viaggiare in auto ancora in vigore: multe e numero di passeggeri

  • Vicenza a un passo dalla promozione (e il Carpi rosica...)

Torna su
VicenzaToday è in caricamento