I rischi della sedentarietà e i consigli per sconfiggerla

La sedentarietà fa male e lo sappiamo bene, ma non sempre è voluta, è uno dei problemi più gravi dei paesi sviluppati ed è causa di molte patologie, vediamo cosa fare per stare bene

Uno stile di vita moderno implica molto spesso la sedentarietà: molti di noi, infatti, sono legati alla scrivania, curvi sul pc, per molte ore al giorno, e trascorrono poi le serate seduti, guardando la TV o leggendo. I bambini passano oltre due ore al giorno davanti alla televisione. La maggior parte degli adulti tende a fare poco moto e il nostro peso corporeo dipende dal bilancio tra ciò che introduciamo col cibo e ciò che consumiamo.

Ma quando al lungo tempo trascorso seduti si somma una cattiva postura, il nostro benessere generale può risultare compromesso da disturbi quali mal di schiena, dolori al collo e alle spalle, mal di testa, problemi di respirazione, rigidità e/o atrofia muscolare, problemi digestivi, vene varicose e compressioni dei nervi che danno origine a problematiche quali la sindrome del tunnel carpale.
La sedentarietà è diventato un vero problema nazionale che interessa anche il settore sanitario visto che,ad essa, può essere imputata l'aggravamento di molte malattie.

Solo la metà degli adulti raggiunge i livelli raccomandati di attività fisica e 1 bambino su 4 dedica al massimo un giorno a settimana (almeno un’ora) allo svolgimento di giochi di movimento. Inoltre, circa 1 italiano su 3 pratica sport nel tempo libero, anche se tale pratica interessa maggiormente le fasce d’età più giovani.

Recenti ricerche dimostrano che trascorriamo 9.3 ore al giorno seduti (senza contare le ore passate a dormire).
Oltre alle problematiche cardiocircolatorie che tutti conoscono si incorre in:

  • disturbi posturali (ernie, lordosi, lombalgia..)
  • atrofizzazione muscolare
  • indebolimento osseo (artrosi, osteoporosi..)
  • rallentamento del metabolismo( aumenta il rischio di diabete ed fegato grasso)
  • aumento rischio invalidità

In Italia la sedentarietà è responsabile del 14,6% di tutti i decessi e costa al sistema sanitario 1,6 miliardi di euro. Il 60% degli italiani non pratica attività fisica corretta e regolare e quindi è a rischio. Per prevenire la sedentarietà Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere ha stilato il Manifesto contro la sedentarietà.

Chi è a rischio ?

Tutti coloro che non praticano attività fisica corretta e regolare (60% della popolazione italiana!)
Come combatterla? Cambia il tuo stile di vita, da oggi

  • Moltiplica le occasioni di movimento nel corso della giornata
  • Programma regolarmente spazi dedicati alla pratica di
  • attività fisica corretta: camminare non basta
  • Sii costante e poniti obiettivi graduali
  • Coinvolgi tutta la famiglia

Vediamo il dispendio energetico complessivo per ogni minuto di attività.

Attività Kcal/min

  • Dormire 0,9
  • Stare seduto 1,0
  • Stare in piedi inattivo 1,1
  • Scrivere al computer 1,3
  • Lavare la biancheria a mano 3,0-4,0
  • Pulire i pavimenti 3,6
  • Stirare 3,5-4,2
  • Pulire e battere i tappeti a mano 7,8
  • Montare circuiti elettronici 2,7
  • Intonacare una parete 4,1-5,5
  • Fare lavori agricoli 5,5-7,0
  • Spalare 6,0
  • Camminare in piano (4 km/ora) 2,5-3,5

L’eccessiva sedentarietà può portare problematiche di varia natura, andando a compromettere il nostro benessere psico-fisico e favorendo l’insorgere di disturbi metabolici (diabete, ipertensione, colesterolo) e malattie cardiovascolari. 
Un metabolismo più lento, l’aumento di peso e l'obesità sono conseguenze frequenti della sedentarietà. Muoversi poco inoltre agevola l'insorgenza di problemi articolari e ossei, come artrite e osteoporosi. 

Attenzione all'alimentazione

  • Consumare frutta e verdura fresca
  • Ricordarsi di bere spesso
  • Preferire i carboidrati integrali, limitando il consumo di cereali bianchi e dolci.

Anche la regolarità dei pasti è un aspetto da non sottovalutare: l’ideale è consumare 5 pasti, 3 principali, che non vanno mai saltati, e due spuntini.

È bene ricordare che l'attività fisica costante non solo previene il diabete, ma riduce i trigliceridi, fa aumentare il colesterolo buono riducendo nel complesso l'infiammazione dei tessuti, e risolleva l’umore. Quindi muoviti più che puoi! Certamente sarà necessario procedere in modo graduale, per non affaticare in modo eccessivo il nostro corpo non abituato al movimento, cercando di dedicare una parte del proprio tempo libero ad un po’ di attività sportiva, meglio se all’aria aperta.
 

L’ideale sarebbe scegliere lo sport più affine alla propria indole ed ai propri interessi; e comunque, una bella passeggiata di 20 min. aiuta a mantenersi in forma e può diventare un ottima occasione per migliorare la vita sociale. 

Alcune palestre a Vicenza dove fare un programma di attività fisica

Idea Pilates

Corso Andrea Palladio, 156

0444 022662

Pilatestyle

Pilates

corso san Felice e fortunato 250

349 870 7531
 

DJK Fitness Pilates

Palestra

Via Giovanni Battista Quadri, 79

0444 504907

Urban Fitness Vicenza

Palestra

Borgo Santa Lucia, 7

0444 187 1464

WebFit Vicenza

Palestra

Piazza Castello, 26

Ikaro Centro Salute 

Palestra

Vicenza VI

ASD San Pietro

Palestra

Vicenza

0444 513571

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIDEO|Inferno di fuoco all'alba: colonna di fumo visibile per chilometri

  • La classifica delle migliori scuole d'Italia: scopri le vicentine

  • Sai quanti punti hai? Patente a punti, controlla e verifica il saldo

  • Minore va in crisi al reparto psichiatrico: i sanitari non riescono a calmarlo e chiamano i carabinieri 

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Anziana travolta e uccisa, il "pirata" si è costituito

Torna su
VicenzaToday è in caricamento