I migliori dolci pasquali: le più buone fugazze e colombe a Vicenza

Passate le Palme la scelta dei dolci da mettere in tavola a Pasqua si fa pressante A Vicenza si trovano le migliori colombe e focacce pasquali nelle piccole realtà artigianali dove la tradizione e la qualità degli ingredienti è ancora protagonista

La migliore colomba 2019 è vicentina e anche le più buone focacce pasquali.

Come da tradizione in questi giorni si possono trovare nelle pasticcerie e nei panifici colombe e fugazze classiche e con mille varianti, ma sempre rigorosamente prodotte con i migliori ingredienti.

La Focaccia (fugazza)

La ricetta è nata in tempo di povertà quando si faceva con quello che si aveva; l’impasto base del pane veniva arricchito da uova, burro e zucchero, ma tutti avevano la loro variante, veniva impastato a casa e poi portato a cuocere al panificio nel forno a legna. Ancora se ne trovano così nei piccoli forni.

Quali sono le migliori colombe?

La n.1 del Gambero Rosso è Olivieri di Arzignano: scelta alla cieca tra 20 colombe dei migliori pasticceri italiani.

"1. Olivieri 1882 Una reginetta di bellezza tra le colombe: slanciata, composta, con le ali staccate, lavorata dunque in due impasti differenti. Al naso c’è un buon profumo di burro buono, farina, vaniglia. Non si vedono i canditi ma se ne percepisce la nota agrumata. Quella di Olivieri è largamente la migliore quest’anno.”

Un’altra al top in Italia è quella di Filippi dove l’olio d’oliva sostituisce tutti i grassi

La Pasticceria Filippi di Zanè (Vicenza) ha prodotto una colomba con 100% olio evo, sostituendo nell'impasto il burro e i derivati del latte. L'olio scelto per il dolce è dei Frantoi Cutrera e nasce nella DOP Monti Iblei, nel cuore della Sicilia.

La focaccia ha una storia popolare

“Attorno agli anni 60 le donne del paese usavano impastare la focaccia pasquale in casa per poi venirla a cucinare al forno pagando all’artigiano di turno la “cotta”.

Il mercoledì della Settimana Santa arrivavano ciascuna con il proprio impasto per fare dalle quindici alle quaranta focacce. Mio padre Ottorino ed io davamo un’ultima rinfrescata, aiutavamo a modellare il prodotto e poi via, in forno. è così, notando la differenza del prodotto a seconda dell’impasto, capendo qualche segreto delle autrici della miglior focaccia, che ho imparato quei piccoli ma essenziali accorgimenti per fare un prodotto che ancora oggi molti apprezzano, al punto che per acquistare  vengono un po’ da tutta la provincia e non solo. Leggere, soffici e profumate, ottenute da un lento processo di lievitazione, le focacce sono l’orgoglio di massaie e famiglie di pasticceri che tramandano di generazione in generazione ingredienti nuovi e segreti delle loro ricette.

Le origini di questo pan dolce sono antiche e si perdono nella leggenda ma è certo che la fugassa è rimasta fino ad oggi legata alle tradizioni della nostra terra ed è forse per questo motivo che è così amata dai vicentini. Era il dolce del focolare, prodotto con materie prime facilmente reperibili nelle campagne e sempre presenti nella dispensa di casa il tutto farcito a seconda della fantasia della massaia di turno. Questo dolce, che conserva ancora una vera e propria preparazione rituale, la ricetta è rimasta invariata così come il suo metodo di produzione, non esistono probabilmente due panifici che producano questo dolce tipico con le stesse caratteristiche. Ogni laboratorio artigianale, a differenza dei prodotti industriali omologati e standardizzati nella forma e nel gusto, imprime un suo DNA nella focaccia che realizza, donando a questa autentica icona della Pasqua il proprio inconfondibile sapore, la propria originale consistenza. “

Guida alle più buone colombe e fugasse (focacce) vicentine artigianali

Ma artigianale, specie se parliamo di pasticceria, significa grande manualità, personalizzazione, materia prima pregiata e costosa, lunghi tempi di lavorazione: cose su cui l’industria tende a lesinare.

  • Panificio di Ponte Pusterla (Vicenza) per le focacce leggerissime e la variante ricoperta di cioccolato.

  • Panificio Salmaso a San Piox (Vicenza)

  • Panificio Cristofori zona stadio (Vicenza)

  • Panificio Zuccon (quella alle pesche è buonissima ) via Legione Antonini (Vicenza)

  • Panificio sotto le Poste a Vicenza ottime le focacce, le colombe, i broadini, i biscotti dell’ infanzia

  • Da Sofia a Sarmego, forno a legna

  • Panificio Zenere a Caldogno

  • Pasticceria Cestaro a Lonigo

  • Panificio Benetti a Costabissara

  • Pasticceria Elisir a Creazzo

  • Pasticceria Melotti a Tavernelle

  • A Colzè Dal Colonnello di fronte alla chiesa un panificio che fa buonissime colombe e focacce

  • Alla fattoria "dai Borgo" a Villaverla. Pane, torte, biscotti, tutto cotto in forno a legna

  • Dal Santo Panificio "Conte Otto" a Monticello Conte Otto

  • Panificio Da Filippi ai Ferrovieri (Vicenza)

  • Sartori Panificio in via Ragazzi del 99 (Vicenza)

     Nei mercati:

Piazza Carli a Montecchio: 100% bio da lievito madre e uova allegre di galline felici in vendita al mercato dei Castelli il mercoledi pomeriggio chiedere di Michela (narrano che Perbellini abbia copiato la ricetta delle sue fugasse).





 

Potrebbe interessarti

  • 5 rimedi naturali per combattere la micosi alle unghie

  • Con il caldo niente di meglio di un succo di frutta bio

  • Tutti dicono che lo zafferano fa molto bene: sarà vero?

  • Antigravity Pilates: in forma nuotando nell'aria

I più letti della settimana

  • Schianto auto-moto: centauro gravissimo

  • Il dolce sollievo dell'estate: scopri le 4 top gelaterie di Vicenza

  • Rapina finita nel sangue: l'accusa è di omicidio volontario

  • Batte la testa contro il palo della porta: gravissimo, in Rianimazione

  • Incidente tra Tir in A4, un ferito incastrato nel camion: chilometri di coda

  • «Zonin sapeva tutto: io, rovinato negli affari e negli affetti»

Torna su
VicenzaToday è in caricamento