Amianto: in 10 anni a Valdagno quasi 340 gli smaltimenti da privati

Erogati più di 75.000 euro in contributi comunali. Interventi anche su edifici pubblici

Anche per il 2019 il Comune di Valdagno ha stanziato 4.000 euro per erogare contributi rivolti allo smaltimento di piccoli quantitativi di amianto da parte dei privati. In 10 anni, da quando il contributo comunale è stato creato, sono state 338 le domande accolte che si sono tradotte in quasi 76.000 euro di contributi erogati su una cifra complessiva di più di 361mila  euro di lavori eseguiti. Cupolini, coperture, canne fumarie, tubazioni: sono molti gli elementi che tutt'oggi si compongono di fibre di amianto utilizzati soprattutto nella case più datate.

«Nel corso degli ultimi anni -  spiega l'Assessore all'Ambiente, Michele Cocco - abbiamo notato un generale aumento del valore degli interventi. Nel 2018 anche il numero stesso degli interventi è tornato a salire e quest'anno sono già stati riconosciuti contributi per alcuni interventi piuttosto corposi. Questo ci conferma l'efficacia dello strumento proposto e che intendiamo riproporre. La disponibilità del contributo, infatti, genera un importante effetto moltiplicatore che va a beneficio della salute di tutti noi e a tutela dell'ambiente».

I contributi vengono erogati, su richiesta degli interessati, per interventi relativi allo smaltimento dell’amianto proveniente da fabbricati adibiti ad abitazione e loro pertinenze, ma anche da fabbricati connessi a fondi agricoli purché all'interno del territorio comunale. Le domande possono essere presentate sia prima che dopo l'intervento e devono essere corredate di opportuna documentazione fotografica e certificazione dell'avvenuto smaltimento da parte di una ditta specializzata. Il modulo di domanda è disponibile anche sul sito comunale.

«Nel territorio valdagnese - conclude l'assessore - non si conoscono emergenze particolari, ma è comunque importante prevenire, tenendo alta l'attenzione e il sostegno ai privati. In questo modo l'azione di bonifica e prevenzione diffusa possono procedere con efficacia, in modo serio e con continuità. In parallelo sono continuati anche gli interventi pubblici di rimozione dell'amianto che si sono concentrati in particolare sulla sostituzione in diverse scuole e presso la Caserma dei Carabinieri di pavimenti un tempo realizzati in vinil-amianto. Nel corso del 2019, poi, abbiamo potuto completare forse una delle più grandi rimozioni di eternit su stabili comunali: quella relativa alla copertura dei magazzini comunali, dove sono stati rimossi oltre 2.750 mq di amianto». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIDEO|Inferno di fuoco all'alba: colonna di fumo visibile per chilometri

  • Allerta meteo, occhi puntati sul Bacchiglione: piena prevista per mezzanotte

  • Contributi fino a 1000 euro per trasformare l'auto in Gpl o metano

  • Fatture false con una società "cartiera": sequestrati 680mila euro a una SpA

  • Allerta meteo, forte vento e nevicate in quota: Bacchiglione "osservato speciale"

  • Terribile incidente sul lavoro: operaio subisce l'amputazione di un piede

Torna su
VicenzaToday è in caricamento