Caldo torrido: pronto il piano di emergenza

Task force comunale pronta a fronteggiare eventuali emergenze per la previsione di temperature bollenti nei prossimi giorni. Ecco cosa fare per chi si dovesse trovare in difficoltà

Nei prossimi giorni è previsto un significativo aumento delle temperature, con picchi che potrebbero sfiorare i 40 gradi in città. Per questo motivo il sindaco Francesco Rucco ha sollecitato la protezione civile comunale e i servizi sociali a coordinarsi per far fronte a possibili emergenze, legate in particolare ai cittadini più fragili.

“Ho chiesto – ha dichiarato il sindaco – di monitorare l'evolversi della situazione, rapportandosi con gli altri attori del territorio e in particolare Aulss 8 Berica. Per qualsiasi necessità i cittadini anziani, soli e in difficoltà possono rivolgersi al call center telefonico 0444221020 che abbiamo attivato dal 15 giugno nell'ambito dell'iniziativa Estate sicura. Vale comunque l'invito, per bambini, persone con patologie ed anziani, a non uscire nelle ore più calde della giornata”.

I consigli per proteggersi dal caldo

"Estate sicura 2019" è un servizio a disposizione di anziani e persone sole in temporaneo stato di disagio.

Come fare

Dal 15 giugno al 31 agosto i cittadini in difficoltà possono contattare un call center dedicato telefonando al numero 0444221020attivo tutti i giorni dalle 7 alle 22, per avere una risposta tempestiva a inconvenienti o problemi di vario genere che possono verificarsi a causa delle criticità legate alle temperature elevate o anche solo per la sensazione di solitudine e scarsa protezione dovuta alla partenza per le vacanze di parenti ed amici.

Servizi gratuiti:

  • ascolto e supporto in situazioni di emergenza;
  • assistenza domiciliare urgente con operatore;
  • ricovero notturno in albergo cittadino;
  • pronto intervento ai contatori per guasti nell'erogazione di acqua, luce e gas;
  • interventi socio-sanitari urgenti;
  • consegna a domicilio di farmaci urgenti con ricetta in orario notturno e festivo (farmaci a pagamento);
  • consegna a domicilio di farmaci con ricetta in orario diurno per anziani soli non deambulanti (farmaci a pagamento);
  • accoglienza diurna in centri aggregativi per anziani con climatizzazione.

Servizi a pagamento:

  • consegna a domicilio dei pasti.

Informativa dal Ministero della Salute

Bere molti liquidi, anche in assenza di sete.

Consultare il proprio medico curante, se si assumono farmaci o se si sono avute indicazioni di ridurre i liquidi da bere.

Evitare gli alcolici, bevande con caffeina e bevande particolarmente zuccherate: aumentano la sete e la perdita di fluidi corporei.

Non bere bevande troppo fredde.

Non uscire all’aria aperta tra le 11 e le 18.

Tenere chiuse le finestre di giorno e aprirle di notte.

La temperatura ideale della casa è di 24-26°, anche se si usa il climatizzatore.

Quando la temperatura supera i 35° i ventilatori non prevengono i disturbi legati al calore.

Oscurare i vetri delle finestre esposte al sole.

Nelle ore più calde, se non si ha un condizionatore in casa, fare docce e bagni extra o recarsi in luoghi vicini in cui ci sia l’aria condizionata (per es: cinema, centri commerciali, biblioteca, centri anziani).

Indossare abiti leggeri, di colore chiaro, non aderenti, per permettere la circolazione dell’aria sul corpo.

Non esporsi al sole diretto ma mitigare l’effetto con cappelli leggeri, occhiali da sole e filtri solari sulla pelle con protezione ad ampio spettro.

Non fare attività fisica intensa.

Evitare di svolgere attività all’area aperta nelle ore centrali della giornata e limitarle alle ore mattutine e serali.

Fare attenzione alla corretta conservazione di cibi e farmaci.

Preferire pasti leggeri.

Mangiare molta frutta e verdura.

Proteggere i bambini e gli anziani dal sole e dal caldo.

Non lasciare mai persone o animali nelle auto in sosta, anche se per poco tempo.

Dedicare maggiori attenzioni alle persone meno autonome, come gli anziani soli o i bambini piccoli.

Prendersi cura dei familiari o dei vicini di casa che potrebbero aver bisogno di aiuto.

Tenere sempre una lista di numeri di telefono di persone da contattare in caso di necessità.

Le persone che soffrono di ipertensione devono controllare più frequentemente la pressione arteriosa.

I diabetici devono misurare più spesso la glicemia.

Le persone con malattie renali croniche e i dializzati devono tenere sotto controllo il peso corporeo e la pressione arteriosa.

Bisogna prestare una maggiore attenzione all’alimentazione e all’idratazione delle persone con disturbi psichici o non autosufficienti.

Telefonare al n. 0444 22 10 20 per chiedere aiuto in caso di necessità.

Altri recapiti utili: SUEM 118 Polizia di Stato 113 Carabinieri 112 Vigili del Fuoco 115 Federfarma: consegna farmaci notturna e festiva 848000110 Federfarma: consegna farmaci diurna per non deambulanti 800189521 www.federfarmavicenza.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spiedo, grigliata che bontà: scopri dove mangiare le migliori del vicentino

  • Calcola il costo del bollo auto 2020: importi e cosa si rischia a non pagarlo

  • Le Sardine invadono piazza Matteotti

  • Tragedia lungo la A1, camionista muore schiacciato dal suo bisonte

  • Operaio schiacciato dal muletto: è grave

  • Frontale tra auto: grave un bimbo di soli due anni, feriti anche i genitori

Torna su
VicenzaToday è in caricamento