Una panchina arcobaleno in memoria di Harvey Milk, il dono dell'Arcigay alla città

Il vicesindaco Matteo Tosetto: "Ringraziamo l'associazione che conferma il suo impegno civile dopo la collaborazione durante il lockdown"

Sabato sera dalle 21 alle 24 si svolgerà in piazza dei Signori una manifestazione patrocinata dal Comune e organizzata dall'associazione Arcigay di Vicenza per ricordare i moti di Stonewall del 27 giugno 1969 con la rivolta della comunità LGBT ed il cinquantesimo anniversario del primo gay pride a New York.

Il presidente Thomas Tedesco ha annunciato al vicesindaco Matteo Tosetto e Caterina Soprana, consigliere comunale delegato ai diritti civili e umani, che durante il meeting verrà consegnata all'amministrazione una panchina con i sei colori arcobaleno da posizionare in un punto della città che verrà deciso nei prossimi giorni.

La panchina rappresenta un simbolo in memoria di Harvey Milk che fu il primo politico statunitense a battersi per i diritti civili della comunità gay e che venne assassinato da una persona estremamente omofoba.

"Vogliamo ringraziare Arcigay Vicenza per questo dono – afferma il vicesindaco Matteo Tosetto – che è una ulteriore testimonianza di vicinanza alla città dopo che negli ultimi mesi ha contribuito ad aiutare famiglie e persone in difficoltà non solo per l'emergenza alimentare ma anche per tutta l'attività svolta assieme ai servizi sociali del comune. La panchina arcobaleno rappresenta un simbolo veramente significativo per la nostra città".

"Sono orgogliosa di ricevere questo dono – ha dichiarato il consigliere delegato ai diritti civili ed umani Caternia Soprana – intitolato ad un personaggio che ha perso la vita battendosi affinchè nessuno dovesse più vergognarsi di essere se stesso. Credo che il diritto ad essere liberamente se stessi e sentirsi felici nell'essere riconosciuti per quello che si è, sia uno dei dirtti civili fondamentali che dobbiamo tutti preservare".

"Come Arcigay Vicenza – ha puntualizzato Thomas Tedesco – sentivamo il bisogno di donare un simbolo della nostra bandiera LGBT alla città, e lo faremo sabato sera durante la manifestazione in piazza dei Signori, un evento che osserverà scrupolosamente tutte le prescrizioni sanitarie del caso. Deciderà il Comune dove posizionarla ma per noi è molto importante perchè rappresenta una figura carismatica come Harvey Milk, che fu il primo politico statunitense a battersi per i diritti civili della sua comunità e a dichiararsi apertamente omosessuale alla fine degli anni '60.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proprio per questo motivo venne assassinato assieme al sindaco di San Francisco da una persona estremamente omofoba all'interno del municipio. Pur sapendo a cosa stava andando incontro continuò a battersi e a portare avanti il suo messaggio di speranza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo passati a rischio elevato, lunedì inaspriremo le regole»

  • Condizionatori e Coronavirus: consigli su come igienizzarli

  • Coronavirus, nuovo focolaio nel Vicentino: 4 i casi accertati, massiccio piano di isolamento

  • Nuovi focolai in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Le vacanze si trasformano in tragedia, mamma 44enne muore mentre fa snorkeling

  • Tragedia sulla Sisilla, volo di 80 metri: muore un escursionista

Torna su
VicenzaToday è in caricamento