Mondo della ceramica in lutto: è morto Antonio Zen, fondò "Nove terra di ceramica"

Ereditò dai suoi avi la passione per la lavorazione di un materiale pregiato per il territorio bassanese. Un malore improvviso gli è costato la vita. Aveva 79 anni

(foto di archivio)

Un malore improvviso è costato la vita ad Antonio Zen, imprenditore ceramista, venuto a mancare nei giorni scorsi all'età di 79 anni.

Discendente di una dinastia di artisti e ceramisti che hanno superato le frontiere dell'Italia e dell'Europa con le loro creazioni. Antonio era infatti il nipote dell'omonino artista che alla fine dl 1800 aveva avviato la fabbrica manifatturiera di via Munari.

Le sue sculture erano delle vere e proprie opere d'arte tanto che sbarcarono anche negli Stati Uniti. Zen realizzò infatti, in esclusiva, la vetrina del celebre negozio Tiffany di New York.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Antonio Zen (nipote del celebre scultore) fu anche fondatore dell'associazione "Nove terra di ceramica". Lunedì mattina, alle 10, la comunità di Nove ha dato l'ultimo saluto al suo artista nella chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo Apostoli di Nove.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Condizionatori e Coronavirus: consigli su come igienizzarli

  • Coronavirus, nuovo focolaio nel Vicentino: 4 i casi accertati, massiccio piano di isolamento

  • Nuovi focolai in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Le vacanze si trasformano in tragedia, mamma 44enne muore mentre fa snorkeling

  • Coronavirus, nuova ordinanza in Veneto: tutte le novità

  • Tragedia sulla Sisilla, volo di 80 metri: muore un escursionista

Torna su
VicenzaToday è in caricamento