Mascherine made in Veneto: iniziata la distribuzione in provincia, tutte le info

Ecco le modalità di consegna dei dispositivi di protezione da parte dei Comuni

E' iniziata in questi giorni la distribuzione delle mascherine protettive made in Veneto, per solo uso quotidiano, realizzate da Grafica Veneta e consegnate alla Regione Veneto a titolo gratuito.

Ecco come si stanno attivando i comuni della provincia berica per la distribuzione:

BRENDOLA, il Comune inizierà la distribuzione delle mascherine ad ogni singolo nucleo familiare del paese da mercoledì 25 marzo, con l’arrivo del primo lotto. Si conta di completare la distribuzione in una decina di giorni. 

La consegna avverrà da parte dei volontari del gruppo di Protezione Civile, che indosseranno mascherina e guanti, presso la residenza di ogni singolo nucleo familiare: i volontari suoneranno il campanello e lasceranno la busta con le mascherina in prossimità del cancello o della porta di accesso. Per le persone fragili e anziane è attivo il servizio di consegna a domicilio di farmaci e spesa chiamando il numero 349-1384752. 

AREA BASSANESE, la distribuzione inizierà nella giornata di giovedì 26 marzo e saranno consegnate 5 mascherine per ogni nucleo familiare. Il numero è stato calcolato in relazione all’uso per ogni famiglia: la mascherina, infatti, deve essere utilizzata solo da chi esce per necessità lavorative o emergenze previste dal decreto, quindi non da tutti i componenti.

Le mascherine in distribuzione saranno in un primo momento quelle fornite dalla Regione del Veneto, in consegna ai comuni nelle prossime ore. A supporto della Regione del Veneto, i sindaci del territorio bassanese e dell’Altopiano si stanno organizzando e coordinando per la produzione di mascherine presso alcune grandi aziende locali che possano garantire la sterilità del processo produttivo e le quantità necessarie per ogni nucleo familiare. 

Il servizio di consegna delle mascherine sarà gestito dalle Amministrazioni attraverso i volontari della Protezione civile o altro personale autorizzato che, oltre ad occuparsi dello smistamento, forniranno un servizio “porta a porta” in massima sicurezza, forniti di cartellino di riconoscimento con timbro del Comune. Il pacco infatti sarà consegnato fuori dall’uscio, senza contatto diretto con i cittadini. 

La cittadinanza sarà informata dei giorni e degli orari di consegna attraverso i rispettivi canali ufficiali dei singoli Comuni, che si invita a consultare per tutti gli aggiornamenti.

MONTECCHIO MAGGIORE, inizierà mercoledì 25 marzo la distribuzione alla popolazione delle mascherine fornite dalla Regione. Nella sede della Protezione civile castellana è arrivato il primo stock, che copre circa il 30% della popolazione residente: oggi sono al lavoro, per preparare le buste destinate alle famiglie e contenenti una mascherina per ogni componente, i volontari non solo della Protezione Civile, ma anche degli Scout CNGEI e dell’Associazione Italiana Soccorritori.

Da mercoledì saranno impegnati nella distribuzione porta a porta, assieme ad assessori, consiglieri comunali e privati cittadini che hanno dato la loro disponibilità. Saranno tutti dotati di sistemi di protezione individuale (mascherina e guanti) e di cartellino identificativo. I dettagli dell’operazione sono stati definiti nel corso della videoconferenza che ogni giorno vede confrontarsi il sindaco, gli assessori e la Protezione civile.

“Dopo la prima tranche del 30% - spiega il sindaco Gianfranco Trapula – ci verranno consegnate le restanti mascherine con un ritmo del 10% al giorno in base alla disponibilità. Ci vorranno quindi alcuni giorni per coprire l’intero territorio comunale e raggiungere tutte le famiglie”.

(in aggiornamento

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Porta pizze esce di strada con l'auto durante il servizio a domicilio: ferita 23enne

  • Incendio ditta stoccaggio rifiuti speciali: colonna di fumo visibile a chilometri di distanza

  • Coronavirus, cresce il numero dei contagi in Veneto: 1272 casi nel Vicentino

  • Coranavirus, colpiti padre e figlia: entrambi perdono la vita

  • Coronavirus, 34 morti in 24 ore ma diminuiscono i ricoveri

  • Emergenza Covid: spostamenti ingiustificati, fioccano le multe in città

Torna su
VicenzaToday è in caricamento