L'ultimo saluto a Marino Quaresimin: bandiere a mezz'asta a Palazzo Trissino

Presenti il sindaco, il presidente del consiglio e alcuni consiglieri comunali. Variati: «Questa è la crudeltà cieca e spietata del virus

Martedì mattina l'ex sindaco Marino Quaresimin, scomparso nei giorni scorsi, ha ricevuto l'estremo saluto dell'amministrazione comunale. Il corteo funebre, composto dai figli del defunto, che hanno accompagnato la salma dall'ospedale San Bortolo al cimitero maggiore, è transitato lungo corso Palladio, sostando davanti a Palazzo Trissino per qualche minuto di raccoglimento accompagnato dal suono delle campane.

Erano presenti il sindaco Francesco Rucco, il presidente del consiglio comunale Valerio Sorrentino, la vicepresidente Cristina Balbi e i consiglieri comunali Isabella Sala, Raffaele Colombara, Ciro Asproso e Cristiano Spiller.

«Il saluto al feretro davanti alla sede del Comune era un gesto doveroso - dichiara il sindaco Francesco Rucco-, perchè l'amico Marino ha dedicato una parte importante della sua vita alla politica e all'attività amministrativa, ricoprendo il ruolo di primo cittadino con passione, dedizione e tanto amore per la sua città e i suoi concittadini. E' stato un momento breve, ma molto sentito. In accordo con la famiglia, l'amministrazione comunale ha previsto anche una cerimonia che si terrà una volta terminata l'attuale fase di emergenza sanitaria».

Don Marco Sterchele, parroco dell'unità pastorale San PioX - Stanga, ha invitato i presenti a qualche minuto di raccoglimento prima di dare la benedizione al defunto che poi ha raggiunto il cimitero maggiore in attesa della cremazione. In omaggio all'ex sindaco Quaresimin oggi il Comune ha esposto le bandiere a mezz'asta a Palazzo Trissino, su corso Palladio, e in Loggia del Capitaniato. A mezz'asta è esposta anche la bandiera di Vicenza di piazza dei Signori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Palazzo Trissino Marino entrò da Consigliere Comunale. Poi da Assessore, da Sindaco, e ancora fino a pochi anni fa di nuovo in Consiglio. «Vorrei tanto esserci, almeno lì, nel suo ultimo passaggio in quel luogo simbolo della democrazia cittadina in cui lui tanto appassionatamente credeva e che con instancabile energia e dedizione ha servito - ha sottolineato Achille Variati esprimendo il suo cordoglio - Ma non posso: le limitazioni che sono in vigore le dobbiamo rispettare tutti, e senza eccezioni. Anche quando ci impediscono di portare l’ultimo saluto a una persona a cui si è voluto profondamente bene, amico di una vita intera. Questa è la crudeltà cieca e spietata del virus: privarci anche dei gesti di amicizia, di tenerezza, di affetto. Quando tutto questo sarà finito, quando potremo finalmente tornare a esprimere la nostra insopprimibile umanità, ci ritroveremo in tanti per ricordarTi, Marino: come avresti meritato oggi, come meriti»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio ditta stoccaggio rifiuti speciali: colonna di fumo visibile a chilometri di distanza

  • Covid-19, 601 casi in più: "Nessuna escalation, sono arrivati gli esiti", altri 119 nel Vicentino

  • Gravissimo fatto di sangue, accoltellata una donna: è in ospedale in condizioni critiche

  • Coronavirus, da lunedì i cittadini possono richiedere i buoni spesa: ecco come fare

  • Ospedale chiuso per Coronavirus, il bambino nasce al pronto soccorso grazie all'ostetrica

  • Covid-19, 11698 veneti positivi: 1715 nel Vicentino, 4 i decessi all'ospedale di Santorso

Torna su
VicenzaToday è in caricamento