Domenica verde a Vicenza, centro storico gremito e 25 multe ai "furbetti"

Assessore Siotto: «I vicentini hanno risposto con entusiasmo. Campo Marzo e piazze affollati, tour da tutto esaurito, 1238 i biglietti unici staccati ai musei

Iniziative da tutto esaurito, code davanti ai gazebo informativi, laboratori pieni di bimbi, monumenti e musei affollati di visitatori. L’edizione settembrina della Giornata verde è stata accolta con entusiasmo dai vicentini che, numerosissimi, hanno raggiunto il centro storico senza usare l’auto. Quanto ai controlli, la polizia locale presente sul territorio per tutta la durata del blocco ha fermato 93 auto, sanzionandone 25 per il mancato rispetto dell’ordinanza sul blocco della circolazione, 11 le sanzioni elevate per altri motivi.

È l’assessore con delega all’ambiente e alla cultura Simona Siotto a tracciare un primo bilancio della domenica green della città: «Voglio cominciare fin da subito a pensare alle prossime edizioni della Giornata verde, che mi piacerebbe avessero ogni volta un tema specifico. Intanto un grazie doveroso va fatto alla quarantina di volontari, alle società sportive, a tutti i partner, ai dipendenti comunali e agli agenti della polizia locale che hanno operato con generosità perché la Giornata verde riuscisse nel migliore dei modi». 

La Giornata verde si è svolta dalle 10 alle 17 all'interno delle mura storiche, con divieto di circolazione per i veicoli a motore termico con qualsiasi tipo di alimentazione, esclusi quelli elettrici. Stop alle auto anche in corso San Felice e Fortunato, a Borgo Scroffa e in via IV Novembre dove le iniziative si protrarranno fino a sera. Per tutta la giornata i trasporti pubblici di Svt (Società Vicentina Trasporti) - bus e centrobus – sono stati gratuiti nella tratta urbana, con intensificazione della linea bus 1, 5 e 7 e le navette dei centrobus che collegano il centro storico con i parcheggi di interscambio Stadio, Cricoli e Quasimodo.

Numerosissime le iniziative proposte, tra cui Camminando tra gli sport e Passeggiando in fattoria a Campo Marzo, dove è stata anche inaugurata la sede degli alpini all’ex Caffè Moresco, gazebo informativi delle aziende green in piazza Castello, laboratori ecologici e creativi in piazza dei Signori e nei musei, Bimbimbici di Fiab lungo le strade del centro storico, visite guidate a Palazzo Trissino che hanno registrato da giorni il tutto esaurito, marcatura delle biciclette al Vi.Bicipark di ponte San Paolo.

Particolarmente apprezzato è risultato il biglietto unico speciale a 6 euro per la visita del Teatro Olimpico e dei musei cittadini: ben 1238 i biglietti venduti, a cui vanno aggiunti gli accessi alla sola Basilica palladianache fino alle 16 sono stati circa 300.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

  • Atletica in lutto: Alen non ce l'ha fatta, giovane promessa muore a 18 anni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento