Coronavirus, guanti e mascherina obbligatori: direttive e limitazioni post Pasquetta

Dal Dpcm dell'11 aprile scorso, all'ordinanza sottoscritta dal governatore Zaia lunedì 13 aprile, alle precisazioni del sindaco Rucco. Ecco cosa cambia

Lunedì 13 aprile il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha firmato un'ordinanza che integra, per il territorio regionale, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 aprile 2020. L'ordinanza regionale ha validità dal 14 aprile fino al 3 maggio, salvo nuove disposizioni.

L'ORDINANZA

Cosa impone? Rende obbligatorio l'uso della mascherina per gli spostamenti all'esterno della propria abitazione oppure si deve utilizzare qualsiasi altro dispositivo adatto a coprire naso e bocca. Inoltre si devono indossare i guanti o disinfettare le mani con soluzioni igienizzanti.

Le uscite devono essere individuali, eccetto nel caso, per motivi di necessità o di tutela della salute, si esca per accompagnare persone disabili o minori di 14 anni, rispettando comunque la distanza di due metri dalle altre persone.

Non potranno uscire le persone con temperatura corporea superiore a 37,5 gradi. L'attività motoria, sempre individuale, con mascherina o con mani disinfettate, deve svolgersi in prossimità della propria abitazione (anche oltre i 200 metri).

È confermata la chiusura degli esercizi commerciali di generi alimentari, di apparecchi elettronici e telefonici, di elettrodomestici, ferramenta, illuminazione, fotografia, la domenica e i festivi, quindi anche il 25 aprile e l'1 maggio.

Confermata anche l'apertura dei mercati all'aperto con in più la possibilità di vendere abbigliamento per bambini prevedendo le misure di sicurezza già attivate. Mascherine e guanti sono obbligatori per venditore e acquirente.

La vendita di vestiti per bambini e neonati, l'attività di cartolerie e librerie è consentita in negozi dedicati e solo per due giorni alla settimana, esclusi i festivi e prefestivi.

La nuova misura di distanziamento tra le persone è di due metri.

È consentito recarsi negli ecocentri più vicini alla propria abitazione per il conferimento dei rifiuti. È possibile la manutenzione del verde nelle aree private e pubbliche.

Il sindaco di Vicenza Francesco Rucco ha inoltre firmato l'ordinanza che prevede la chiusura dei cimiteri e degli orti  urbani fino al 3 maggio. Inoltre continua ad essere consentita la circolazione alle biciclette e l’accesso e il transito dei pedoni sulle piste ciclopedonali presenti nell’intero territorio comunale solo ed esclusivamente per spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o motivi di salute. Rimane vietato l’accesso a tutti gli orti urbani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ordinanza contingibile e urgente a scopo precauzionale per mitigare il rischio di diffusione “Coronavirus” Codiv-19. Seconda proroga efficacia proprie precedenti ordinanze (periodo 14 aprile/3 maggio 2020). Definizione condizioni minime per svolgimento dell’attività di commercio nella forma del mercato all’aperto e al chiuso (periodo 14 aprile 2020 /3 maggio 2020).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro, fatale caduta mentre sta operando su un macchinario: muore 59enne

  • Perde il controllo della moto e si schianta: muore 42enne

  • Ha un infarto all'inizio del cammino: morto escursionista

  • Malore improvviso: muore automobilista

  • Moto fuori strada: morto un 38enne, ferita una 22enne

  • Coronavirus, altri nuovi casi: positive due sorelline di 3 e 6 anni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento