Coronavirus, superati i 10mila contagi in Veneto: diminuiscono i ricoverati

Ancora in crescita i positivi al tampone in tutta la regione ma aumentano anche i pazienti dimessi dagli ospedali. Un andamento che, nel bollettino del 2 aprile della Regione, si riflette anche nei nosocomi berici

Operatori in "prima linea" al San Bortolo

AGGIORNAMENTO ORE 18

Il bollettino serale della Regione Veneto mostra ancora un aumento dei numeri di positivi al tampone. I contagiati salgono a 10251, +140 rispetto a questa mattina. Il totale degli infetti (dato depurato dai guariti e dai decessi) sale così a 8990 mentre i negativizzati a 705.

Purtoppo si sono registrati altri 22 decessi in tutta la regione in queste ultime ore. Due persone, come detto nell'aggiornamento delle 17, sono morte al San Bortolo. Il totale dei deceduti (in strutture ospedaliere e extra ospedaliere) in Veneto sale così a 556. Rimangono 20278 i soggetti in isolamento domiciliare. 

A Vicenza e provincia ci sono stati altri 52 tamponi positivi rispetto alle 8 di questa mattina. Sono 1486 le persone che hanno contratto la malattia, mentre gli attualmente positivi al Covid-19 sono 1305  e i negativizzati 109. Con i due decessi al San Bortolo i morti per il virus nel Vicentino salgono a 75.

Ancora positivo il trend di decrescita dei ricoverati negli ospedali della regione. Anche se il bollettino riporta un +49 dei pazienti ricoverati in area non critica in realtà si tratta di un incremento che riflette i trasferimenti di pazienti (che prima venivano caricati nel sistema come dimessi o che al contrario restavano più a lungo nel reparto in cui erano ricoverati) nelle strutture territoriali Covid, tra i quali quella di Santorso. 

Secondo questa nuova procedura i pazienti totali ricoverati in Veneto sono 1719 in area non critica. Diminuiscono i pazienti in terapia intensiva: sono 335, meno 10 rispetto a giovedì mattina. 

AGGIORNAMENTO ORE 17

Al S. Bortolo, nelle ultime ore si sono registrati 2 nuovi decessi: si tratta di una donna di 84 anni di Caldogno e di un'altra donna di 86 anni di Brendola. Nessun decesso, invece nell'Ulss 7. A Santorso si prosegue con l'allestimento di nuovi posti letti per terapia intensiva e semintensiva (arrivata fornitura di 9 ventilatori per terapia intensiva, 5 ventilatori per terapia semintensiva, 20 monitor). Effettuata anche la seconda fase di addestramento dell'équipe medica appositamente costituita per la gestione dei posto letto di terapia semintensiva. Sempre nell'Ulss 7 Pedeomontana sono arrivati la fornitura 700 kit per test rapidi e il piano di tamponamento aziendale prevede 100 tamponie/die per i dipendenti ULSS7 (sorveglianza e screening) ed è partito il deliberato acquisto apparecchiatura e reagenti per l'effettuazione di ulteriori 250 test sui tamponi al giorno e la partecipazione al tavolo di lavoro regionale per la definizione delle linee guida sull'utilizzo dei test rapidi. Iniziati poi i tamponi nelle case di riposo (D1 Casa Sterni di Bassano, D2 Pieve di Breganze) e i 2 team di ispezioni presso le case di riposo integrati con personale medico.
 

IL BOLLETTINO DELLA MATTINA

Per il secondo giorno consecutivo i reparti dove sono ricoverati gli ammalati di Coronavirus hanno un alleggerimento. Secondo il bollettino della Regione del 2 aprile, con le variazioni rispetto a quello delle ore 17 di mercoledì, in Veneto sono -26 gli ospedalizzati in area non critica e -3 quelli in terapia intensiva. Il totale dei contagiati dall'inizio dell'epidemia supera però quota 10mila. Sono precisamente 10111 i totali, altri 363 casi di tampone positivo nelle ultime ore. Gli attualmente positivi (dato senza decessi e negativizzati) sono 8911 mentre i negativizzati 668. Restano in isolamento domiciliare 20278 persone, tre in più di ieri. Il virus ha provocato finora 532 morti, 503 dei quali negli ospedali di tutto il Veneto dove restano ricoverati 1670 pazienti in area non critica e 345 in terapia intensiva. Sono invece 1001 i dimessi.

Nel Vicentino, invece, sono 1434 i contagiati dall'inizio dell'epidemia, Sono 1272 gli attualmente positivi - 58 in più rispetto alle 17 di ieri - 92 i guariti e 2667 le persone in isolamento domiciliare. Nella nostra provincia il virus ha ucciso fino a ora 73 persone.

Di seguito la tabella della situazione negli ospedali delle Ulss Vicentine che mostrano una flessione del numero dei ricoveri e di conseguenza un aumento dei pazienti dimessi. Nessuna persona è deceduta nelle ultime ore. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ospedale Area non critica Terapia intesiva Dimessi Deceduti
Santorso 86  (-4) 16  25 15
Bassano 28  6 7 10
Asiago 22  0 0 9
Vicenza 72 (-3)  26 43 38
Noventa 19 (-2) 0 11 0
Valdagno 13 (-1)  0 1 1
Totali 240 48 87 73

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro, fatale caduta mentre sta operando su un macchinario: muore 59enne

  • Addio Flavia, se n'è andata la regina dei "spuncioti" del bar più amato di Vicenza

  • Perde il controllo della moto e si schianta: muore 42enne

  • Malore improvviso: muore automobilista

  • Ha un infarto all'inizio del cammino: morto escursionista

  • Covid-19 al centro estivo, alunna positiva al tampone: scatta il protocollo

Torna su
VicenzaToday è in caricamento